Calcio e solidarietà: tre piccoli pazienti oncologici incontreranno i calciatori della Salernitana

Una giornata di campionato che non sarà certo ordinaria, ma destinata a rimanere nella mente e nel cuore di tre bambini e delle loro famiglie quella che è alle porte.  Sabato 22 ottobre allo stadio Arechi di Salerno si realizzerà un sogno per tre piccoli pazienti oncologici, grazie alla disponibilità della società granata guidata dal presidente Danilo Iervolino ed al lavoro dell’ Associazione “Lo Sportello dei sogni” ODV.

In occasione di Salernitana – Spezia, infatti, Thomas, Lorenzo e Mario, non solo potranno assistere dal vivo alla partita valevole per l’ undicesima giornata del massimo campionato dalla tribuna, ma potranno incontrare i calciatori della società campana che doneranno un sorriso a loro e alle rispettive famiglie. Importante il lavoro dell’ associazione di volontariato salernitana, che ha varie sedi dislocate in tutta la penisola e nasce proprio per promuovere la realizzazione del  “desiderio del cuore”, da parte di ogni malato affetto da patologie oncologiche, in età compresa tra i 3 ed i 99 anni.

Un’ idea che si fonda nella prospettiva di contribuire al processo di cura e supporto psicologico dei pazienti impegnati in una difficile battaglia come questa. Da tale punto di vista il calcio si presta a rappresentare un ottimo veicolo di inclusione sociale e la Salernitana ha ottimamente e onorevolmente recepito anche questo messaggio.  I tre bambini provengono da Massa Martana e da Lanciano, entrambi comuni della provincia di Chieti, e da Fisciano. L’ iniziativa nasce dalle mail inviate dalle mamme dei ragazzi all’associazione che sono state elaborate in tre momenti diversi. Sabato sarà quindi un bel momento oltre che sportivo, anche di socializzazione.