Bisceglie-Paganese 2-1. Il primo round dei play-out va alla squadra di Bucaro, Diop tiene a galla i campani

Il primo round dei play-out del girone C di Serie C va al Bisceglie di Giovanni Bucaro. I  neroazzurri si sono aggiudicati il match d’andata contro la Paganese di Raffaele Di Napoli passando al Gustavo Ventura con il punteggio di 2-1.  A firmare la vittoria della formazione pugliese sono stati Makota e Priola. Mentre a mantenere vive le speranze salvezza degli azzurrostellati ci ha pensato Diop. Infatti, nonostante la sconfitta, la Paganese si giocherà il tutto per tutto al Marcello Torre sabato 22 maggio (ore 17:30). Gara di ritorno dei play-out che decreterà chi delle due squadre dovrà fare i conti con il baratro chiamato Serie D. Al Bisceglie basterà non prendere in Campania per mantenere la categoria. Mentre la Paganese dovrà vincere con almeno un gol di scarto per agguantare la salvezza.

IL BISCEGLIE PRIMA LA SBLOCCA CON MAKOTA E POI RADDOPPIA CON PRIOLA. STRADA IN SALITA PER LA PAGANESE — L’approccio della Paganese di mister Raffaele Di Napoli è propositivo sin dai primi minuti di gioco. La squadra azzurrostellata si affaccia con intraprendenza nella metà campo del Bisceglie allenato da Giovanni Bucaro. Dopo aver retto l’urto ai diversi affondi della formazione ospite, la squadra pugliese ruba la scena al 15esimo minuto di gioco trovando la rete del vantaggio con Makota. I neroazzurri sbloccano la gara grazie alla freddezza sotto porta dell’attaccante numero 14, che su spunto di Mansour, non lascia scampo a Baiocco finalizzando con un micidiale diagonale. Il Bisceglie prova a cavalcare la cresta dell’onda al 21’ sfiorando il gol del raddoppio sugli sviluppi di un calcio di punizione: Cittadino la mette al centro per la testa di un compagno di squadra che manca di poco lo specchio della porta. Il primo cenno di reazione della compagine campana arriva al  25’. Gli azzurrostellati si fanno sentire con destro a giro su punizione di Mattia. A metterci una pezza per il Bisceglie ci pensa un provvidenziale Spurio che in tuffo evita il peggio. Risposta campana che funge da sveglia per la squadra padrona di casa che, dopo un leggero calo di intensità, torna all’attacco al 36’ siglando il gol del 2-0. Il Bisceglie trova il raddoppio su azione da calcio d’angolo, capitalizzata da Priola che in torsione fredda Baiocco. L’ultimo brio della prima frazione di gioco è proprio la formazione di Giovanni Bucaro a regalarlo portandosi ad un passo dal tris con Cittadino.

LA PAGANESE CI METTE CUORE E GRINTA. DIOP TIENE A GALLA GLI AZZURROSTELLATI PER LA GARA DI RITORNO — Paganese arrembate nella ripresa. A darne prova è il gol azzurrostellato che arriva grazie al neo entrato di Zanini che insacca con un destro al volo, ma il direttore di gara ferma tutto per fallo in attacco di Guadagni. Gli azzurrostellati invadono con prepotenza la metà campo del Bisceglie, creando diversi grattacapi ai pugliesi in affanno e carenti di idee. Al 65’ è proprio la squadra di mister Di Napoli a trovare un varco per cercare il gol con una conclusione di Gudagni che termina alta sopra la traversa. Subito dopo è la stessa Paganese a tornare a spingere e ad accorciare le distanze grazie alla rete di Diop: Schiavino innesca Zanini che con un cross millimetrico propizia il gol dell’attaccante senegalese. La rete galvanizza gli ospiti, ma sopratutto Diop che al 74’ sfiora il 2-2 con un’incornata di testa. La squadra campana non si risparmia andando all’assalto anche nei minuti conclusivi del match, dove in innumerevoli circostanze si porta vicinissima ad un pari che però non arriva.

IL TABELLINO DEL MATCH

BISCEGLIE-PAGANESE 2-1 ( 2-0 pt)

BISCEGLIE (4-4-2): 22 Spurio, 6 Vona, 3 Giron, 5 Priola, 25 Tazza, 8 Cittadino (82’ Cottadino), 11 Rocco, 23 Maimone, 14 Makota (60’ Romizi), 7 Mansour, 24 Sartore (83’ Bassano).

A disposizione: 1 Russo, 4 De Marino, 9 Cecconi, 10 Ibrahim, 15 Ferrante, 16 Gilli, 18 Musso, 19 Vitale, 20 Romizi, 21 Casella, 26 Altobello, 27 Bassano. Allenatore: Giovanni Bucaro.

PAGANESE (3-5-2): 30 Baiocco, 23 Schiavino, 4 Sbampato (46’ Guadagni), 3 Squillace, 5 Mattia (83’ Carotenuto), 25 Cernuto, 28 Antezza, 6 Bramati (46’ Bramati), Onescu, 11 Diop, 18 Mendicino (84’ Scarpa).

A disposizione: 1 Campani, 2 Esposito, 7 Gaeta, 8 Bonavolontà, 10 Scarpa, 14 Carotenuto, 20 Cigagna, 21 Sirignano, 26 Guadagni, 27 Curci, 32 Raffini, 33 Zanini. Allenatore: Raffaele Di Napoli.

Direttore di gara: Mario Vigile di Cosenza

Assistenti: Andrea Niedda — Gianluca D’Elia di Ozieri

Quarto uomo: Ermanno Feliciani di Teramo

Ammonizioni: Maimone (4’), Antezza (71’), Diop (91’), Carotenuto (93’)

Espulsioni:

Marcatori: Makota (15’), Priola (16’), Diop (66’)

Recupero: 1’ (pt),  4’ (st)

Nunzio Marrazzo