Bisceglie-Juve Stabia. Papagni: “Consapevoli di poter fare bene contro squadre più forti di noi”

Stamani in casa Bisceglie, alla vigilia del match di campionato contro la Juve Stabia, ha parlato il tecnico neroazzurro Aldo Papagni. Queste le dichiarazioni rilasciate dal mister della formazione pugliese: “Dobbiamo pensare che affronteremo squadre con organici importanti, altre che si giocano la salvezza diretta come noi. Sono partite che non devono toglierci il sonno per quelli che sono i valori ma credere che è possibile fare risultato con tutt’Italia. Abbiamo approfittato del riposo per conoscerci reciprocamente, lavorando sull’aspetto tecnico-tattico e fisico ma soprattutto sulla conoscenza delle caratteristiche dei giocatori. I ragazzi hanno mostrato grande disponibilità e buona base di apprendimento. Hanno capacità di voler crescere da tutti i punti di vista. Juve Stabia? Ci sarebbe da parlare tanto tempo ma abbiamo pensato a migliorare la nostra situazione su tutti i livelli. Crediamo di avere la possibilità di fare un risultato positivo con tutte le squadre. Il nostro obiettivo è essere consapevoli di poter fare bene contro squadre più forti di noi. La Juve Stabia ha rinnovato la società, ha preso uno dei conoscitori più importanti nel panorama nazionale come Peppino Pavone, vuole tornare in serie B in tre anni, ha un organico tecnico importante guidato da uno staff che ha allenato in piazze prestigiose. Tuttavia, più che pensare a loro, dobbiamo concentrarci sulla nostra prestazione. Vi è la consapevolezza che possiamo fare bene, in quanto siamo cresciuti, e vi è la possibilità valutare anche le altre partite interne come quella di Avellino e Viterbese. Cerchiamo di migliorare nelle prestazioni perché, in quel modo, abbiamo più possibilità di fare risultati importanti. Abbiamo, tramite il match analyst Giuseppe Montanaro, visto bene le loro caratteristiche e le qualità che sono notevoli ma, al contempo, ci consentono di dire che possiamo comunque fare la nostra gara per raggiungere un risultato importante”.

Bisceglie attendista o aggressivo? Sono del parere che le squadre debbano avere due caratteristiche fondamentali: aggressività e intelligenza. Dobbiamo alternare queste due fasi. La Juve Stabia è la mia bestia nera? Non mi è mai capitata di batterla, tra l’altro ho perso quasi sempre (6 ko su 8 gare). Tuttavia ci importa quello che riusciremo a fare sul campo e mostrare che siamo cresciuti. In questo momento, dobbiamo pensare che affronteremo tante squadre con organici importanti, altre che si giocano la salvezza diretta come noi. Sono partite che non devono toglierci il sonno per quelli che sono i valori delle avversarie ma dobbiamo credere, come abbiamo dimostrato con me e nella precedente gestione, che è possibile fare risultato con tutti. Capitolo convocati? Sono tutti arruolabili, anche se Vitale ha avuto un problema al piede e farà un lavoro differenziato”.