Benitez: “Bisogna ridurre la finestra di mercato. Ecco perchè…”

Anche Rafa Benitez, intervenuto a Nyon per il Forum degli allenatori, si è detto favorevole alla riduzione della finestra di mercato. Ecco le sue dichiarazioni, pubblicate sulle colonne di Tuttosport: “Per noi è complicato, anche pericoloso e controproducente, preparare una squadra e poi dover rinunciare all’ultimo ad alcuni calciatori. Mi spiego meglio. Immaginiamo di lavorare con un determinato calciatore dai primi di luglio sino a settembre. Poi preparare un’importante partita di campionato, dunque allenarsi con determinati schemi e soluzioni tattiche, curare i calci piazzati e dopo affrontare la gara con quel giocatore che, magari proprio all’ultimo giorno di mercato, è passato esattamente alla squadra rivale da affrontare nel fine settimana. Mi domando soltanto e domando all’Uefa ed al suo presidente Platini: vi sembra giusto tutto ciò? Noi abbiamo fatto una proposta, ma non sarà facile metterla in pratica perchè molti club sono contrari. Specialmente quelli che partecipano ai preliminari di Champions. Vogliono sapere se accederanno alla fase a gironi e quindi disporranno o meno di risorse da investire sul mercato. E’ il caso di Arsenal e Schalke 04: una volta centrata la qualificazione al grande tabellone deciso dai sorteggi di una settimana fa, hanno subito preso Ozil e Boateng. Un’altra difficoltà deriva inoltre dal fatto che tutti i campionati iniziano in date diverse. Comunque la nostra opinione non cambia, vedremo cosa succederà nelle prossime riunioni. Alcuni vorrebbero sopprimere la regola del gol che vale doppio in trasferta quando si arriva ai supplementari, però non c’è unanimità. E’ una buona cosa che gli impegni delle Nazionali vengano sdoppiati, evitando amichevoli a febbraio ed agosto.