Benevento. Nel segno di Forte, steso il Parma

Finisce 1-0 per il Benevento dell’ex crociato Fabio Cannavaro, un pezzo indelebile della nostra Storia. La storia della partita di oggi, dice che questa sconfitta brucia, dopo il gol nel primo tempo di Francesco Forte. E non è bastato creare tanto, perché il raccolto, come aveva detto l’allenatore alla vigilia, è stato poco. Il rigore parato da Paleari a Vazquez (fallo di mano di Masciangelo), la doppia respinta sbagliata di Inglese (prima su Paleari e poi sul palo successivo al penalty), i 7 tiri in porta, i 12 calci d’angolo, il forcing finale (con il Benevento in 10 negli ultimi minuti per il rosso diretto a El Kaouakibi) e un possesso palla superiore al 60%. E’ finita 0-1 per gli ospiti.


Marcatori:
20′ Forte (B)

PARMA
Chichizola; Osorio, Vazquez, Bernabè, Oosterwolde, Hainaut (85′ Sohm), Juric (46′ Bonny), Mihaila (25′ Tutino), Valenti, Inglese (46′ Benedyczak), Man (74’Estevez).
A disp.: Santurro, Corvi, Ballogh, Camara, Coulibaly, Circati, Zagaritis.
All. Fabio Pecchia

BENEVENTO
Paleari; Letizia (44′ El Kaouakibi), Masciangelo (84′ Foulon), Karic, Tello (57′ Koutsoupias), Farias (84′ Pastina), Glik, Improta (57′ Acampora), Schiattarella, Forte, Capellini.
A disp.: Manfredini, Lucatelli, Kubica, Thiam Pape, Viviani, Nwankwo, Basit.
All. Fabio Cannavaro

Ammoniti: Valenti (P), Bonny (P), Vazquez (P), Karic (B), Koutsoupias (B) Pastina (B).
Espulsi: El Kaouakibi (B).

Arbitro: Matteo Gariglio di Pinerolo.
Assistenti: Gianluca Sechi di Sassari e Claudio Barone di Roma 1.
Quarto Ufficiale: Andrea Colombo di Como.
Var e Avar: Antonio Di Martino di Teramo e Giacomo Paganessi di Bergamo.