Benevento-Monza 3-1. I Brianzoli si fanno male da soli, la Strega azzanna la preda e si prende la seconda piazza

Il Benevento torna in campo. Al “Vigorito” la sfida con il Monza, valida per il recupero della diciottesima giornata di Serie B, rinviata lo scorso 18 dicembre per casi Covid nel gruppo squadra brianzolo, mette in palio 3 punti che consentirebbero a entrambe le odierne contendenti di agganciare il Brescia al secondo posto in classifica (quota 31).

Caserta si affida, in attacco, a Insigne, Moncini e Ionita dopo l’addio di Lapadula, che ha annunciato di non voler continuare la sua avventura in giallorosso. Stroppa punta sul tandem Ciurria – Valoti, là davanti. In difesa gioca l’ex capitano della Strega, Caldirola.

Si tratta del primo confronto in Serie B tra le due squadre. I sanniti sono reduci da quattro vittorie consecutive e non ha mai pareggiato nelle ultime 9 partite. Dirige Valeri.

La cronaca- Pronti via e il Monza si fa male da solo, Donati liscia e regala palla a Tello che va in percussione centrale poco prima di imbeccare Insigne, l’esterno manda al bar Caldirola e colpisce in controtempo Di Gregorio. Per Insigne sono 6 i centri in stagione, momento di forma notevole per il 19 di Caserta.

Masciangelo crossa dalla corsia mancina, colpo di testa a lato di Tello. Alle sue spalle c’era Moncini, meglio appostato, che si lamenta col compagno di squadra. Il Monza sbuca fuori la prima volta con Augusto che ci prova dalla distanza, Paleari si oppone; Mazzitelli recupera palla e mette dentro per Colpani, che non trova la via della rete. Alla mezz’ora Monza in dieci.Espulso Mazzitelli per somma di ammonizioni.

Dopo il cartellino rimediato in avvio di gara per aver trattenuto Ionita, arriva quello per fallo su Letizia. 120 secondi più tardi Valeri fischia rigore alla Strega, presunto tocco di Di Gregorio su Insigne. Il romano va a dare una nuova occhiata alla VAR, controllo che chiarisce ogni dubbio, rigore annullato e ammonizione per Insigne reo di simulazione.

Contropiede letale dei padroni di casa, Moncini lanciato a rete viene steso da D’Alessandro, l’ex Spal era ultimo uomo e per Valeri non ci sono dubbi, rosso e Brianzoli in 9 contro 11. Piove però sul bagnato, da situazione di calcio d’angolo Moncini appoggia su Tello che a rimorchio spennella sotto la traversa, lob perfetto a battere Di Gregorio rimasto giù dopo le tante deviazioni. A fine primo tempo Benevento in duplice vantaggio sia sugli uomini che nello score.

La ripresa si apre con l’errore di Tello che esce da situazione d’angolo con la mano tesa su, contatto con la sfera di gioco e rigore per i Brianzoli. Dagli 11 metri si presenta Mattia Valoti, esecuzione perfetta a rimettere in sfida il Monza.   Occasionissima per il Benevento. Moncini non riesce incredibilmente a far centro da distanza ravvicinata, bravissimo Di Gregorio, ma l’attaccante poteva fare meglio.

Asse Masciangelo-Insigne rovente, dal terzino all’esterno che sterza e prova il colpo a giro, palla via di un soffio a Di Gregorio battuto. Ennesima percussione di una partita sontuosa per Masciangelo, traversone e incornata di Moncini che anticipa Caldirola e chiude i conti, 3-1 per i Sanniti. Non succede più nulla, Benevento e Monza danno spettacolo, Sanniti che approfittano degli orrori dei Brianzoli, secondo posto momentaneo e sorrisi per la squadra di Caserta.

Benevento (4-3-3): Paleari; Letizia, Vogliacco, Glik, Masciangelo; Acampora (31′ st Talia), Calò, Ionita; Insigne, Moncini (24′ st Foulon), Tello (31′ st Brignola). A disp.: Muraca, Manfredini, Vokic, Sau, Umile, Malva, Prisco, Vottari, Barba. All.: Caserta.

Monza (3-5-2): Di Gregorio; Donati (25′ st Sampirisi), Marrone, Caldirola; Pedro Pereira, Mazzitelli, Barberis (31′ st Favilli), Colpani (1′ st Pereira), Carlos Augusto; Ciurria (1′ st Molina), Valoti (25′ st Ramirez). A disp.: Lamanna, Sommariva, Bettella, Siatounis, Antonov, Paletta, Vignato. All.: Stroppa.

Arbitro: Valeri della sezione di Roma 2. Assistenti: Galetto della sezione di Rovigo e Moro della sezione di Schio. Quarto Ufficiale: Carella della sezione di Bari. VAR: Nasca della sezione di Bari. AVAR: Giallatini della sezione di Roma 2.