Benevento-Bari 1-1. Improta illude, Cheddira la riprende: sanniti chiudono in dieci

Continua il digiuno di vittorie per il Benevento, che dopo il pareggio col Pisa si divide la posta in palio anche con il Bari. Dopo un primo tempo chiuso in vantaggio dagli uomini di Cannavaro, nella ripresa arriva il pari dei pugliesi con i giallorossi che chiudono in dieci.

IMPROTA LA SBLOCCA

Gara in avvio condizionata dai tatticismi e che non sembra voler prendere quota. Una sfida bloccata con poche conclusioni verso le porte, ma con un Benevento che applica un buon pressing a tutto campo. Proprio grazie a questo la squadra di Cannavaro trova il vantaggio. Forte recupera una palla nell’area di rigore del Bari, serve Improta al limite dell’area che con un preciso destro beffa Caprile. Forte ci riprova poco dopo, ma questa volta l’estremo difensore dei pugliesi risponde presente. La risposta dei galletti è affidata a Botta, che trova solo le mani di Paleari. Con questo risultato termina la prima frazione di gioco.

CHEDDIRA LA RIPRENDE

Nella ripresa i sanniti sfiorano il raddoppio con La Gumina, mentre il Bari prova a rincorre il pareggio. Girandole di cambi, entrano Antenucci, Salcedo e Bellomo al posto di Scheidler, Folorunsho e Botta tra le fila dei biancorossi, mentre Cannavaro manda in campo Koutsoupias al posto di Karic. Ad un quarto d’ora dalla fine un tocco di mano di Letizia porta al calcio di rigore per i baresi, accordato solo dopo un consulto al VAR. Dal dischetto Cheddira non sbaglia e firma il pareggio.  Gara in salita per il Benevento che perde Pastina per somma di ammonizioni. Due episodi che cambiano l’inerzia della gara che vedeva meglio i padroni di casa, ma non cambia il risultato. Infatti, termina così al Vigorito, con le due squadre che si dividono la posta in gioco.

Marcatori: 37′ Improta (BN), 77′ Cheddira su rig. (BA),

BENEVENTO
Paleari; Letizia (86′ Foulon), Masciangelo, Karic (63′ Koutsoupias), Improta, La Gumina (86′ Farias), Schiattarella, Leverbe, Pastina, Forte, Capellini. A disp.: Manfredini, Lucatelli, Thiam Pape, Glik, Agnello, Basit, Perlingieri, Veltri, Sanogo. All. Fabio Cannavaro

BARI
Caprile; Maita (85′ Mallamo), Di Cesare, Botta (56′ Bellomo), Cheddira, Maiello, Vicari, Pucino, Scheidler (56′ Antenucci), Folorunsho (56′ Salcedo), Dorval. A disp.: Frattali, D’Errico, Terranova, Zuzek, Mazzotta, Bosisio, Cangiano, Benedetti. All. Michele Mignani

Ammoniti: Folorunsho (BA), Forte (BN) , Maita (BA), Maiello (BA), Di Cesare (BA), Capellini (BN), Letizia (BN)

Espulsi: Pastina (BN)

Arbitro: Giacomo Camplone di Pescara. Assistenti: Giuseppe Perrotti di Campobasso e Marco D’Ascanio di Ancona.
Quarto Ufficiale: Leonardo Mastrodomenico di Matera.
Var e Avar: Federico Dionisi di L’Aquila e Francesco Meraviglia di Pistoia.