Benevento 5, il derby va al Sala Consilina

Dopo le tredici reti messe a segno nelle ultime due giornate, il GG Team Wear Benevento 5 non è stato capace di affondare i colpi contro la capolista Sporting Sala Consilina che ha espugnato il «PalaTedeschi» con un cinico 2-0, anche grazie alla serata strepitosa del proprio estremo difensore Marchesano.

IL MATCH – Contro il collettivo degli ex Volonnino e Stigliano, oltre a mister Oliva, i ragazzi di Nitti hanno giocato una gara impeccabile sul piano dell’applicazione e della voglia, ma allo stesso tempo è mancata la lucidità al momento di capitalizzare le occasioni. Complice un’ottima capacità di palleggio, i giallorossi in avvio hanno creato tre opportunità enormi per passare in vantaggio, tutte neutralizzate da Marchesano. Sul versante opposto, poi, una conclusione in bello stile di Volonnino si è spenta di un soffio sul fondo, ma al 16’ il guizzo vincente lo ha trovato Abdala, lesto a insaccare alle spalle di Mambella con un geniale colpo di tacco sugli sviluppi di un corner. Nel finale di frazione, Palmegiani si è fatto ipnotizzare a due passi da Marchesano mentre dall’altra parte il Sala Consilina ha dimostrato un estremo cinismo, realizzando il 2-0 con Volonnino a trenta secondi dall’intervallo, dopo un assist di Abdala.

Nonostante il doppio passivo, nella ripresa i giallorossi hanno evitato di gettarsi all’attacco in maniera disordinata provando con Toro, Milucci e Cerrone a riaprire la gara. Il Sala Consilina, tuttavia, non ha badato solo a difendersi sfiorando il tris con Stigliano e Volonnino, con il tiro di quest’ultimo che è finito sull’incrocio dei pali. Al 12’ proteste del Benevento per un fallo di mano in area di Abdala e nel finale mister Nitti ha provato la mossa dell’uomo in più di movimento, ma anche l’ultimo tentativo di Toro si è spento di un soffio sul fondo.

In classifica i giallorossi sono rimasti fermi a 12 punti e nel prossimo turno faranno visita al Pirossigeno Cosenza, compagine che staziona in zona play off.