Basket. Scafati risorge e abbatte Treviglio

GIVOVA SCAFATI – REVER TREVIGLIO

Dopo la beffa sulla sirena della scorsa settimana la Givova Scafati torna a far la voce grossa al PalaMangano battendo Treviglio nella giornata numero 14 del campionato nazionale di Serie A2 ovest nonostante i brividi sul finale.

A TUTTO LAWRENCE ‚Äì Il primo quarto è interamente targato dal nuovo playmaker anglosassone della squadra scafatese: i gialloblu partono subito in quarta toccando anche il massimo vantaggio del +17 dopo soli sei minuti di gioco (21-4). Treviglio prova a reagire riportandosi sotto con i canestri del centro Rossi e della guardia Voskuil, ma un Lawrence ispiratissimo rimanda indietro gli ospiti e il primo quarto si conclude con un vantaggio di otto punti per gli uomini di Perdichizzi (27-19)

SFORZI INUTILI ‚Äì Gli uomini di Vertemati non ci stanno a lasciare vita facile alla Givova e, nel secondo quarto, si rimettono nuovamente a tiro con la tripla di Marino del 31-27. Lo Scafati sembra per la prima volta in difficoltà, soprattutto in difesa, ma il time-out chiamato da Perdichizzi cambia nuovamente l’inerzia del match e i gialloblu arrivano all’intervallo lungo con un vantaggio addirittura maggiore rispetto a quello con cui avevano chiuso la prima frazione (+10, 44-34).

PROVE DI FUGA ‚Äì Al rientro in campo è una Givova stile derby con Napoli: i gialloblu chiudono la strada che porta al proprio canestro e iniziano ad aumentare il gap, toccando il nuovo massimo vantaggio del +21 (58-37) a 4’30, ritoccandolo nuovamente sempre con l’appoggio al vetro di Lawrence e poi con il canestro e il libero aggiuntivo di Ranuzzi a 53 secondi dal termine (+ 24, 66-42).

BRIVIDI ‚Äì Treviglio si gioca le ultime energie nel tentativo di inscenare il miracolo sportivo, ma sbattono contro le due triple scafatesi, una di Romeo e una di un Lawrence sempre più padrone del parquet (26 punti personali a 8 minuti dal termine). Sembra tutto facile per la squadra di Perdichizzi, eppure il calo di tensione è dietro l’angolo: i gialloblu tirano i remi in barca e gli uomini di Vertemati, mattone su mattone, iniziano a costruire il muro della rimonta, arrivando a meno 6 punti a 2’45” dal termine. Il canestro di un ottimo Douvier riporta gli ospiti a soli quattro punti di distacco. L’inerzia bianco blu viene rotta dai due liberi di Sherrod che riportano Scafati sul +6 e, di fatto, tagliano le gambe alla Remer. Ad archiviare la pratica ci pensa ancora una volta Lawrence dalla lunetta, toccando i 29 punti. Alla sirena il tabellone recita 80-75 in favore dei padroni di casa. La sofferenza stavolta ha il gusto piacevole della vittoria, Scafati può chiudere in bellezza il suo 2017

Pasquale Formisano

Condividi