“Avversario nel Mirino”. Uno sguardo al Chievo Verona prossimo avversario degli azzurri

Dopo il pareggio contro il Genoa nel turno infrasettimanale, il Napoli deve già pensare al campionato, arrivato alla sesta giornata. Gli azzurri saranno impegnati sabato sera, alle 20:45, contro il Chievo Verona, attesa allo stadio “San Paolo”. Una gara difficile da decifrare, con Sarri che dovrà ben dosare le energie in vista dell’impegno di Champions League di marted√¨, contro il Benfica, che si disputerà sempre nell’impianto di Fuorigrotta.

I PRECEDENTI ‚Äì Dieci sfide al San Paolo tra Napoli e Chievo verona. Sei le vittorie dei padroni di casa, mentre ammontano a due quelle dei clivensi. A quota due anche la casella pareggi. L’ultima vittoria della truppa azzurra risale alla passata stagione, quando gli uomini di Sarri, si imposero con i risultato di 3-1 sui gialloblù, con rete di Higuain, Chiriches e Callejon che ripresero il vantaggio iniziale di Rigoni. Per cercare l’ultima vittoria dei veronesi bisogna andare indietro di qualche anno, il 14 settembre 2014, quando Maxi Lopez consegnò la vittoria ai suoi.

LE STATISTICHE ‚Äì Napoli e Chievo Verona sono distanti appena un punto in classifica, i primi a quota 11, i gialloblù a 10. Stesso numero di vittorie, un pareggio in più per gli azzurri, ma con zero sconfitte rispetto al Chievo che ne ha persa una. L’attacco premia il Napoli con 5 reti subite e 12 messe a segno contro le 7 dei veronesi che si riscattano con le 4 reti subite rispetto alle 5 degli uomini di Sarri.

CURIOSITA’ ‚Äì In dialetto veneto la squadra viene chiamata EL CEO anche se il soprannome più noto rimane quello di MUSSI (o Mussi che vola, letteralmente: ”Gli asini volanti”). La stampa veronese fa spesso riferimento alla squadra con l’appellativo di ”Squadra della diga”, in virtù del fatto che , a Chievo, si trova un ponte diga sul fiume Adige, che con il tempo è diventato uno dei simboli adottati dal club.

Gianfranco Collaro

Condividi