Avion-Pomigliano 8-4. Niente colpaccio per i vesuviani

Non riesce il colpaccio al Pomigliano Sporting Club nel derby con i cugini dell Avion che, vincendo, si qualifica con due giornate d’anticipo ai playoff promozione. Pomigliano che termina il match con solo 7 giocatori (6 giocatori espulsi ed Ambrosio infortunato). Una gara che fino al terzo parziale aveva visto condurre la formazione pomiglianese che dopo un tira e molla durato un tempo e mezzo (2-2) si porta sul doppio vantaggio con le reti di Ambrosio che sfrutta al meglio una controfuga, realizzando ad un secondo dalla sirena di fine tempo, e caccavale che realizza in suoperiorità in apertura di terzo parziale dopo un time-out richiesto da Veno. E’ a questo punto che la partita prende una piega diversa in casa rossoblù: Daniele Ambrosio, attaccante del Pomigliano Sporting Club, ed uno dei migliori in acqua fino a quel momento, viene colpito da un avversario sul volto, a gioco fermo, rimediando un taglio sul sopracciglio. Il giocatore ex Flegreo ed Oltremare, sanguinante, è costretto ad uscire dal piano vasca e verrà di li a poco trasportato al pronto soccorso per la chiusura della ferita. L’episodio incide negativamente sul baby Pomigliano che, nonostante le parate di un Lamoglia in gran spolvero, subisce 3 reti consecutive da Montesano, Talamo e Lucarelli che riportano la Del Bo in vantaggio di +1 (5-4).
Il rigore che ha portato alla trasformazione il mancino dell’Avion Talamo matura grazie ad un errore del Pomigliano: Barberisi viene espulso e Rea, nell’entrare in acqua, entra in anticipo dal “pozzetto”.
La decisione che ha del clamoroso, presa dai giudici di gara, è quella di assegnare la terza e definitiva espulsione a Barberisi (giocatore già in acqua e già stato epsulso) e non a Rea che ha commesso l’errore tecnico. Per cui, altra tegola sul Pomigliano che perde il bomber Barberisi con solo due espulsioni a carico.
E’ a pochi secondi dall’inizio dell’ultimo parziale che viene fischiato contro il Pomigliano una brutalità: Talamo segna il rigore del +2 (6-4) e rossoblu costretti a giocare 4 minuti con l’uomo in meno. Inferiorità che diventa doppia solo pochi minuti dopo costringendo gli atleti del Gruppo Acquachiara a giocare in 5 contro i 7 della Del Bo, tutti in acqua. Il portiere dello Sporting Club Lamoglia para un rigore a Montesano e tiene a galla i suoi con interventi da autentico fuoriclasse. Nonostante ciò, la superiorità numerica in vasca si fa sentire ed i giocatori in calottina bianca passano definitivamente con le reti dello stesso Montesano e di Politelli, che fissano il definitivo punteggio sull’8-4.
Gara maschia, molto fisica e senza esclusione di colpi che ha visto, in questo caso, il Pomigliano avere la peggio con la perdita per k.o. tecnico (ad utilizzare un termine pugilistico) di una pedina preziosa come Ambrosio e l’uscita di Barberisi con solo due espulsioni rimediate.
Al Pomigliano resta comunque il fatto di aver disputato una grande stagione agonistica, con una salvezza conquistata già nel girone d’andata, con atleti giovanissimi (la media d’età più bassa del campionato) provenienti tutti (ad eccezione di Cacace) dal vivaio giovanile.
Migliore in acqua, senza dubbio, il portierone rossoblu Lamoglia che ha letteralmente sbarrato il passo in più di un’occasione ai suoi avversari.
Sconfitta che ci può stare contro la seconda forza del campionato ma immeritata per ciò che il Pomigliano ha fatto vedere fino all’infortunio di Ambrosio, quando i ragazzi del tandem Veno-Iacovelli conducevano col punteggio di 4-2.
Adesso, Pomigliano che lotterà col Cosenza, dietro di 3 punti, per chiudere al terzo posto in classifica, quando mancano due giornate al termine del campionato.
Sabato prossimo, altra trasferta insidiosa a Catania contro il Waterclub di Cacia nella quale il Pomigliano non potrà contare quasi sicuramente sull’apporto di Cacace, Centanni e Sarnataro.
Complimenti comunque alla Del Bo Avion del Presidente Fabio Coda che ha raggiunto il traguardo della qualificazione ai playoff promozione.

Il commento di Gennaro Sarnataro, centroboa del Pomigliano:
“Sono convinto che se non fosse uscito Ambrosio per infortunio avremmo concluso con un risultato positivo questa partita. Nonostante la doppia inferiorità numerica siamo riusciti a limitare i danni di una Del Bo che ha preferito giocare al completo, con tutti e sette i giocatori, nonostante già fosse avanti di due reti. Non condivido alcune scelte arbitrali, specie dopo che il nostro atleta Ambrosio è stato colpito al volto: guardando il tabellino si potrebbe evincere che le scorrettezze siano state commesse solo da un lato ma, assicuro che non è stato cos√¨. Capisco che era una stracittadina e che in questo sport i colpi si danno e si ricevono ma il direttore di gara avrebbe potuto dare un segnale importante per tenere le redini dell’incontro in mano; segnale che non è arrivato o, meglio, è arrivato penalizzando solo la nostra squadra già costretta a giocare senza un giocatore importante. Più che le scorrettezze in acqua la cosa che mi fa arrabbiare è il finto buonismo di qualcuno”.

Il commento di Paolo Iacovelli, tecnico del Pomigliano: “Mi sento di fare i complimenti ai miei ragazzi che sono stati unici in questa stagione. Non abbiamo acquistato nessuno rispetto allo scorso anno; c’è stato solo il rientro di Cacace e dei tre, già nostri, giocatori Lamoglia, Barberisi e Centanni. Riuscire ad essere stati per tutto il campionato tra le prime tre posizioni mi rende orgoglioso e premia il lavoro svolto da qualche anno a questa parte che prevedeva l’inserimento graduale dei nostri giovani in prima squadra. Il derby con la Del Bo? Non serve a nulla commentare adesso; dico solo che la mia squadra, composta da ragazzini, puntualmente non è tutelata. E’ l’ennesima volta che uno dei miei atleti deve abbandonare il piano vasca anzitempo per raggiungere il pronto soccorso. Le partite si vincono e si perdono ma francamente, parlo da genitore, vedere sempre qualcuno dei miei ragazzi colpito dall’avversario di turno, mi da molto fastidio. Voglio raddoppiare i complimenti al mio giocatore Ambrosio che nonostante subiva il colpo al viso, con grande laeltà sportiva, non ha reagito minimamente”.

AVION CENTER-POMIGLIANO 8-4 (1-0, 1-3, 1-1, 5-0)

Del Bo Avion Center: Brigante, Lucarelli 2, Paulillo, Danaro, Scotti Galletta, Severino, Grimaldi, Montesano 2, Autiero, Sciubba, Rivellino 1, Politelli 1, Talamo 2. All. Bencivenga

Pomigliano: Lamoglia, Casati, Napolitano, Addeo, Ambrosio 1, Cacace, Santoro, G. Sarnataro, Elmo, Rea, Centanni, Barberisi 1, Caccavale 2. All. Veno (squalificato Iacovelli)

Arbitro: Verde

Note: Usciti per limite di falli Scotti Galletta (A) e Barberisi (P) nel terzo periodo, Santoro e Sarnataro (P) nel quarto periodo. Espulsi per brutalità Cacace (P) e Centanni (P) nel quarto periodo.

 

RISULTATI

Tubisider Cosenza-Pozzillo 13-10

Waterpolo Bari-Waterpolo Palermo 10-7

Avion Center-Pomigliano 8-4

Waterclub Catania-Canottieri 7 Scogli

Cus Palermo-R.N. Palermo 14-7

fonte: www.acquachiarasport.com

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *