Avellino. Rastelli: Il gol iniziale ci ha tagliato le gambe

La partita persa domenica dall’ Avellino contro il Palermo non ha causato particolari drammi in casa biancoverde. Tutto l’ambiente, a partire dal Presidente per arrivare ai tifosi, è infatti consapevole del fatto di avere incontrato una vera e propria corazzata, costruita per risalire subito nella massima serie. I Lupi hanno fatto, come sempre, la propria partita, ma i rosanero sono apparsi più cinici, hanno bloccato la manovra avellinese soprattutto in mezzo al campo e sulle fasce, ed hanno approfittato delle occasioni concesse dagli uomini di Mister Rastelli. Quando poi in rosa si hanno giocatori come Lafferty ed Hernandez, un vero e proprio lussi per la categoria, è logico che il tutto diventi poi più facile. Nel post-gara Rastelli ha cos√¨ commentato la prova dei suoi: Oggi abbiamo approcciato alla gara come sempre, ma di fronte abbiamo trovato una squadra molto forte. Il Palermo ci ha chiuso tutti gli spazi, soprattutto a sinistra dove De Vito restava spesso basso. Le assenze e i giorni per recuperare non ci hanno di certo aiutato ma non cerchiamo alibi. Il gol iniziale ci ha tagliato le gambe perchè è stato un episodio che si poteva evitare. Ho provato anche a scuotere la squadra con l’inserimento di Pape Dia ed Herrera sulle fasce, ma non siamo riusciti a ottenere i risultati sperati. In ogni caso non dobbiamo dimenticare che bisogna volare bassi: siamo l’Avellino e il nostro obiettivo è la salvezza. Rastelli ha voluto poi ringraziare i tifosi che ancora una volta hanno riempito il Partenio-Lombardi: Non hanno mai smesso di sostenerci per tutti i 90 minuti. Mi sono piaciuti moltissimo gli applasui a fine gara. Davvero un pubblico straordinario.

Condividi