Avellino in cerca di riscatto contro la Cavese, Ignoffo: “Serve cattiveria e lucidità”

L’Avellino ha bisogno di ritrovare la vittoria dopo le due sconfitte di misura rimediate contro le pugliesi Bisceglie e Virtus Francavilla. Irpini impegnati nel derby contro la Cavese, che arriva dal cambio tecnico e dall’aspra sconfitta contro il Catania.

Il tecnico dei biancoverdi, però, dovrà fare a meno di qualche defezione, quella già nota di Karic, ma anche di qualcun altro, nella fattispecie Albadoro che comunque aveva preso parte al match nella sfida contro il Francavilla sfiorando anche il gol dell’1-1: “A Karic e Palmisano si è aggiunto anche Albadoro – ha spiegato Giovanni Ignoffo- fermato da un affaticamento muscolare. Loro tre saranno indisponibili, mentre non ci sono problemi per Morero e Rossetti, reduce da una botta al ginocchio presa prima della sfida con il Francavilla”.

Defezioni a parte, il tecnico irpino ha le idee chiare su cosa vuole dalla sua squadra: “Indipendentemente da chi scenderà in campo – ha dichiarato il tecnico- serviranno cattiveria agonistica, serenità e tanta lucidità. Non dobbiamo dimenticare che anche nelle sconfitte i ragazzi mi hanno fatto vedere di continuare a seguire un percorso di crescita iniziato ad agosto. Ci sono stati dei miglioramenti e posso dire di aver visto una squadra che ha voglia di crescere ed imparare. Ora bisogna essere più incisivi, più ficcanti, ed essere attenti sugli episodi. Il nostro lavoro non è cambiato: dobbiamo riuscire a raccogliere quanto prima i punti che ci servono per la salvezza. Dal canto nostro, pensiamo che ci siano tutti i presupposti per superare questo momento. I tifosi ci hanno dimostrato di essere al nostro fianco e per noi questo è un valore aggiunto che da un lato responsabilizza i giocatori e dall’altro li fa lavorare con la consapevolezza di avere dietro un numero importante di tifosi pronti a sostenerli”.

Sulla Cavese, squadra attualmente impegnata nella rincorsa a un miglior posizionamento in classifica: “Abbiamo avuto poco tempo per preparare la gara ma mi sento di dire che abbiamo lavorato bene. La Cavese è un’avversaria di assoluto rispetto, che sta diventando sempre più squadra e che può vantare su alcuni elementi di categoria superiore oltre ad un nucleo di giocatori assolutamente pronti per la Lega Pro”.