Avellino. Dopo Terracciano, si stringe per Bergamelli

Nel primo pomeriggio di ieri è arrivata finalmente l’ufficialità del trasferimento all’ Avellino di Pietro Terracciano. L’estremo difensore casertano, 23 anni lo scorso 8 marzo, arriva con la formula del prestito con diritto di riscatto. Per lui si tratta sostanzialmente di un ritorno, avendo già militato nelle giovanili biancoverdi nella stagione agonistica 2008-2009, prima di iniziare la sua carriera tra i professionisti con la maglia della Nocerina nell’allora serie C2. Felicissimo il giocatore, che in molte interviste aveva dichiarato la volontà di giocare con la maglia dell’Avellino e che, tralaltro, già da qualche giorno si stava allenando agli ordini di Mister Rastelli. Si conclude quindi nel migliore dei modi una trattativa imbastita da tempo dal Diesse De Vito e che porta in maglia biancoverde un portiere di sicuro talento, che può vantare anche alcune apparizioni nella massima serie. Restando nel reparto arretrato, tra qualche giorno potrebbe arrivare nel ritiro di Castel Di Sangro Dario Bergamelli, difensore ventiseienne, l’anno scorso in serie B con la Reggina, ma di proprietà dell’AlbinoLeffe. In settimana sarebbe in programma un incontro tra l’entourage del giocatore e la dirigenza lombarda, per limare gli ultimi dettagli relativi alla rescissione del contratto di Bergamelli e permettere quindi al calciatore di aggregarsi all’Avellino, squadra con la quale ha già da tempo raggiunto un accordo economico. Un’altra importante pedina, dunque, a disposizione di Mister Rastelli, visto che Bergamelli, all’occorrenza, può giocare anche da terzino sinistro, ricoprendo quindi più ruoli all’interno dello scacchiere dell’allenatore irpino.

Condividi