Avellino-Cavese. Precedenti e curiosità del derby campano

Cavese in Irpinia per l’operazione vittoria. I blufoncé di mister Salvatore Campilongo, dopo il pari a reti bianche nel derby con la Paganese e la sconfitta casalinga con il Catania, sono pronti a risollevarsi e riprendere la corsa verso l’obbiettivo salvezza. Gli aquilotti, nonostante le ultime due giornate a secco di vittorie, si ritrovano decimi (32 punti), ovvero, nell’ultima casella disponibile per il treno play-off. Ma nonostante la buona posizione, i metelliani distano dalla zona rossa solo 6 punti. La classifica del girone C di Serie C è a dir poco corta e quindi la Cavese ha bisogno di punti per continuare a tenersi fuori dalle acque  torbide.

La squadra di Salvatore Campilongo proverà a tornare al successo questo pomeriggio allo stadio Partenio Lombardi in occasione del super derby contro l’Avellino di Eziolino Capuano, valevole per il 24esimo turno del girone C di Serie C (ore 17:30). I blufoncé cercheranno di portare a casa una vittoria in trasferta che non arriva dal 19 gennaio con la Vibonese (0-1). Gli irpini di Capuano, 14esimi in campionato, sono reduci da sei giornate senza vittorie, in cui hanno raccolto a malapena 4 punti. Nelle ultime tre sono arrivati ben tre pareggi consecutivi per 1-1. Un rendimento che l’Avellino ha intenzione di invertire ritrovando una vittoria che manca dal 15 dicembre contro il Monopoli (0-2). Mentre l’ultimo successo casalingo dei lupi risale all’8 dicembre: Avellino-Sicula Leonzio 3-1.

Quello di quest’oggi sarà il quinto confronto della storia tra Avellino e Cavese in terra irpina. Il bilancio è di 3 vittorie biancoverdi (ultima 2-1 nella coppa Italia di C di questa stagione, 6 novembre scorso) ed 1 pareggio (0-0, Coppa Italia di Serie C 1998/99). L’Avellino può considerarsi a dir poco scatenato nei primi 15 minuti di gioco. In avvio gli irpini sin qui sono riusciti a mettere a segno ben 7 reti. Mentre la Cavese può fregiarsi del titolo di squadra che guadagna il maggior numero di punti nelle riprese rispetto ai primi 45’: +13, alla pari con il Potenza.

La gara di oggi sarà al quanto particolare proprio per Eziolino Capuano e Salvatore Campilongo. Il match rievocherà nei tecnici speciali ricordi. L’allenatore classe 1965 di Salerno, infatti, ritrova da ex la Cavese dopo averla guidata dal 1997/98 al 1998/99 in C-2 a margine della sua prima avventura da tecnico professionista. Il bilancio registrato da Capuano sulla panchina blufoncé è di 22 vittorie, 42 pareggi e 17 sconfitte in 81 partite. Ex di lusso anche l’attuale trainer dei metelliani. Salvatore Campilongo ha guidato, da subentrato, gli irpini nel 2008/09 in Serie B, non riuscendo però ad evitare la retrocessione in terza serie. Inoltre, Campilongo ha avuto modo di rappresentare i colori biancoverdi anche da calciatore. Per lui 1 presenza in Serie A il 25 ottobre 1981 in Avellino-Bologna 0-1. Dopo quella stagione, fa ritorno in Irpinia nel 1995/96, dove da gennaio a giugno, raccoglie 8 presenze e 3 gol in Serie B con la maglia biancoverde.

 

Nunzio Marrazzo 

Condividi