Avellino-Audace Cerignola 1-1. Irpini ripresi, Malcore risponde a Trotta

Si fa sempre più complicata la posizione di Roberto Taurino in seguito al pareggio in rimonta. Avellino-Audace Cerignola finisce con un 1-1 amaro per gli irpini.

Dopo una prima fase positiva per i padroni di casa, con un paio di buone proiezioni offensive, è l’Audace Cerignola a farsi vedere davanti alla porta difesa da Marcone. Occasioni per Neglia e Achick, ma il risultato resta invariato. I calciatore biancoverdi giocano le contestazione dei tifosi, entrati comunque in ritardo. Padroni di casa con poche idee in mezzo al campo, ma nella seconda parte del primo tempo qualcosa migliora.

Trotta, Aya e Ceccarelli sono gli autori di occasioni importanti, ma non son riusciti a finalizzare. Proprio l’occasione di Trotta è quella maggiormente bruciante. Una palla gol sprecata mandando il tiro al lato.

Il secondo tempo si apre con un buon Cerignola, che inizia a imbastire trame interessanti. Di contro l’Avellino è completamente smarrito, non riuscendo a creare fraseggio ed impostare la manovra. Tutto cambia, però, al quarto d’ora, quando sugli sviluppi di un calcio d’angolo, il neo entrato Gonnelli rifila un pugno alla tempia di Moretti. Espulsione, dunque, per il calciatore ofantino e rigore per gli irpini. Trotta, dal dischetto manda in porta, mettendo il risultato sul vantaggio casalingo.

I minuti seguenti non vengono pienamente giocati, sia per le discussioni che hanno anticipato il tiro dal dischetto, poi l’intervento dei medici per un infortunio a Franco. Intanto, l’Avellino ha l’occasione di allungare il vantaggio approfittando un errore in disimpegno del Cerignola. Pallone che viene regalano a Murano, entrato per Trotta, ma il tiro finisce fuori.

Nei minuti finali, nonostante l’inferiorità numerica, il Cerignola inizia ad aumentare i giri, spaventando gli irpini. All’82 Aya sbaglia clamorosamente, facendo saltare la marcature su Malcore, che va vicinissimo al pareggio. La risposta dell’Avellino c’è con Ceccarelli che ruba palla a Blondett. Pericolo per il Cerignola, su cui mette una pezza Saracco. Il finale è incandescente, è un continuo botta e risposta. E infatti, dopo Ceccarelli, ancora Malcore per gli ofantini. Il pallone finisce sull’esterno della rete.

Il pareggio arriva all’87’ ci pensa Malcore, che viene servito da D’Andrea. Errore di Moretti e Ricciardi che non riesce a marcare l’attaccante gialloblù. In pieno recupero Casarini ha l’occasione per tornare in vantaggio, sbagliando clamorosamente, ma anche per il Cerignola c’è l’occasione per trovare il bottino pieno.

Al triplice fischio, però, il risultato finale è 1-1.

Tabellino

Avellino- Audace Cerignola 1-1 (0-0 pt)

Avellino (4-3-3): Marcone; Ricciardi, Moretti, Aya, Tito; Matera, Franco (69′ Dall’Oglio), Casarini; Ceccarelli (86′ Micovschi), Trotta (73′ Murano), R. Russo (86′ Gambale). A disposizione: Pane, Rizzo, Garetto, Maisto, Illanes, Auriletto. Allenatore: Taurino.

Audace Cerignola(4-3-3): Saracco; Botta (67′  Gonnelli), Blondett, Ligi, L. Russo; Tascone, Bianco (71′ Capomaggio), Sainz-Maza (71′ Ruggiero); Achik (67′ D’Ausilio), Malcore, Neglia (77′ D’Andrea). A disposizione: Fares, Trezza, Olivera, Inguscio, Farucci, Basile, Langella, Vitali. Alenatore.: La Porta (squalificato Pazienza).

arbitro: Centi di Terni.

marcatori: 19′ st rig. Trotta (A), 43′ st Malcore (C).

angoli: 5-1

ammoniti: Botta (C), Ligi (C), Marcone (A), Matera (A).
espulsi: Gonnelli (C).

recupero: 0′ pt,

spettatori: 3.000 circa.