Atalanta-Salernitana 4-1. Pirola illude, la Dea cala il poker

La sedicesima giornata di serie A si chiude con la vittoria interna dell’Atalanta contro la Salernitana. Finisce 4-1 al “Gewiss Stadium”, un passivo eccessivo per i granata, capaci di chiudere la prima frazione in vantaggio e di sfiorare in due occasioni il pareggio prima di crollare nel finale.

Il primo squillo è dei padroni di casa, ottavo minuto di gioco, Costil è attento su Koopmainers. Due giri di lancette e campani avanti: la punizione di Candreva trova Pirola che di testa supera Carnesecchi.
I nerazzurri non vanno oltre due conclusioni di Lookman su cui il portiere francese è attento. La Salernitana regge e va al riposo in vantaggio.

Ritmi da subito altissimi nella ripresa e immediato pari atalantino con un bolide di Muriel dal limite dell’area, su azione d’angolo.
I granata hanno subito la possibilità di riportarsi avanti con due conclusioni consecutive di Dia, prima Carnesecchi poi la difesa salvano. Passato lo spavento, al 50′ minuto i lombardi completano la rimonta con un preciso diagonale di Pasalic che conclude una bella manovra dei suoi.

L’ Atalanta prova ad abbassare i ritmi, i granata conquistano campo e in due minuti arrivano ad un passo dal pari.
Al 73′ minuto Carnesecchi è miracoloso su Ikwuemesi, due minuti dopo su una botta potentissima del senegalese Dia, è il palo a graziare l’estremo difensore ex Cremonese.

Nerazzurri in affanno ma bravi a colpire nel momento più delicato, è De Ketelaere, imbeccato da Scalvini, a fulminare Costil.
La Salernitana si spegne, gli orobici non si fermano e con Miranchuk calano il poker all’89’minuto; lo stesso russo in pieno recupero colpisce un palo interno.

Granata ultimi con 8 punti e venerdì all’Arechi arriva il Milan; per i ragazzi di Gasperini, attesi dalla trasferta di Bologna, tre punti che valgono 26 punti e la sesta posizione in classifica.

Atalanta – Salernitana 4 – 1

Reti: 10’ pt Pirola (S), 3’ st Muriel (A), 7’ st Pasalic (A), 38’ st De Ketelaere (A), 44’ st Miranchuk.

Atalanta: Carnesecchi, De Roon, Djimsiti, Scalvini, Zappacosta (31’ st Hateboer), Pasalic, Ederson (21’ st Kolasinac), Ruggeri, Koopmeiners (40’ st Adopo), Muriel (21’ st De Ketelaere), Lookman (40’ st Miranchuk). All. Gian Piero Gasperini

A disposizione: Musso, Rossi, Holm, Bakker, Zortea, Bonfanti, Cisse.

Salernitana: Costil, Daniliuc (15’ st Bradaric), Gyomber, Mazzocchi, Coulibaly, Maggiore (21’ st Legowski), Martegani (21’ st Ikwuemesi), Candreva, Dia (41’ st Cabral), Tchaouna (15’ st Kastanos). All. Filippo Inzaghi

A disposizione: Fiorillo, Salvati, Sambia, Bohinen, Simy, Botheim, Lovato.

Arbitro: Ermanno Feliciani di Teramo.

Assistenti: Marcello Rossi (sez. Biella) – Alessandro Cipressa (sez. Lecce).

IV Uomo: Matteo Marchetti (sez. Ostia Lido).

Var: Luigi Nasca (sez. Bari).

Assistente Var: Massimiliano Irrati (sez. Pistoia).

Ammoniti: Ruggeri (A), Pirola, Maggiore (S)

Angoli: 10 – 7

Recupero: 3’ pt, 4’ st.