ASCD Saviano. L’urlo di Ferrara: “Siamo tornati. Avversari vergognosi”

C’è un’onda lunga che non si ferma, percorre le strade e i vicoli della cittadina partenopea, i colori sono quelli storici, nero e verde che si uniscono in un abbraccio unico, Saviano è in festa, la squadra locale ha raggiunto la promozione!
Il progetto è ripartito dal primo gradino delle serie regionali, la Terza Categoria, con la voglia di risalire la china per riportare gli amati colori sui palcoscenici più nobili, seguendo le gesta del Commendator Morelli, che seppe guidare i neroverdi fino all’Eccellenza.
Un territorio affamato di sport, come dimostrano i risultati ottenuti nelle varie discipline, tra cui il futsal che milita in serie B nazionale, le squadre savianesi godono di una cornice di pubblico più che invidiabile, grazie anche alle politiche intraprese dall’ex assessore Francesco Ferrara, intervenuto ai nostri microfoni.

Partiamo dall’ultima gara, domenica nessun ostacolo verso la promozione, la Fulgor Afragola assente ingiustificata, quale parere?
“E’ stato un atteggiamento vergognoso da parte degli avversari, abbiamo provato invano a contattarli, nulla faceva presagire quanto accaduto, non presentarsi ad una finalissima playoff è una sconfitta per l’intero movimento sportivo, non solo per i colori che tramandano”.

Mister Rainone ha saputo condurre i suoi in una cavalcata vincente, riportando entusiasmo e passione a Saviano.
“Il tecnico è stato uno dei leader di un gruppo con gli attributi, dal primo all’ultimo hanno fatto la loro parte. Intanto vorrei fare una menzione speciale, una lode a Ottavio Benvoluto, segretario tuttofare che si è speso tantissimo per quest’avventura”.

Promozione raggiunta ma si vocifera già della possibile acquisizione di un titolo di Prima Categoria.
“Restiamo coi piedi per terra, per ora godiamoci il risultato, qualche giorno di riposo e poi si penserà al futuro, negli occhi e nella mente abbiamo ancora le immagini di un Peppino Pierro gremito e festante”.

Calcio a 11, futsal, running, pallavolo, basket, insomma lo sport a Saviano trova terreno fertile, quale segreto?
“La nostra gente è sempre stata vicina ai beniamini sportivi, chi indossa i colori della nostra città viene da sempre rispettato e osannato, credo che il pubblico sia l’arma in più”.