Armstrong restituisce al Cio il bronzo olimpico di Sydney 2000

Il Comitato Olimpico Internazionale ha annunciato di essere tornato in possesso della medaglia di bronzo vinta alle Olimpiadi di Sydney del 2000 da Lance Armstrong, terzo nella prova su strada a cronometro, dieci mesi dopo averne chiesto la restituzione al controverso ex corridore americano. “Armstrong l’ha inviata il 12 settembre scorso al Comitato Olimpico degli Stati Uniti, e qualche giorno dopo l’abbiamo ricevuta noi”, ha riferito una portavoce dello stesso Cio, Nadia Bonjour. “Adesso e’ in cassaforte”. A suo tempo era infatti stato deciso che la medaglia non sarebbe stata riassegnata, diversamente da quanto avvenuto in altre occasioni. Armstrong, reo confesso di assunzione di sostanze proibite e squalificato a vita per doping dallo sport agonistico, non solo dal ciclismo, e’ stato privato di tutti i titoli conquistati dall’agosto 1998, ivi comprese le sette maglie gialle consecutive ottenute al Tour de France fra il ’99 e il 2005.
In gennaio il Cio gli aveva inciato la richiesta di restituire il bronzo olimpico e a settembre il neo-presidente Thomas Bach si era lamentato pubblicamente del fatto che l’ex campione texano non avesse ancora ottemperato. (agi.it)