Angri Pallacanetro mette il punto esclamativo: batte Monopoli e chiude al secondo posto il girone d’andata

Un’Angri spettacolare e cinica batte Monopoli 84-76 e chiude il girone d’andata al secondo posto. Partita di grande sostanza per gli uomini di coach Francesco Chiavazzo, privi di Bonanni e con un Taddeo a mezzo servizio. Izzo (17) è stato trascinatore assieme a Globys (15), proverbiale anche il cast di supporto formato da Granata, Ruggiero e Jelic. Nei minuti conclusivi importante l’apporto di Carone, con minuti di grande qualità.

Jelic piazza a segno la prima tripla della serata per il 3-2, che apre le ostilità. A proseguire il buon momento è Ruggiero, con quattro punti in fila (7-2). Il forcing prosegue con Izzo e Globys (11-4). Ci pensa, poi, il rientrante Taddeo a infilare il siluro del +10 (14-4). Il play è bravo a innescare Izzo, che fa ancora male dall’arco (17-4). Così i pugliesi devono chiamare un time out urgente. La reazione di Monpoli è affidata a Nwokoye, che segna il 17-9. L’attacco angrese si inceppa e la White Wise accorcia ancora con Laquintana e Nwokoye (17-12). Serve un tiro da tre di Izzo ai locali per sbloccarsi (20-12). Il tiro allo scadere di Laquintana ferma la gara sul 22-16 alla fine del primo quarto. Quest’ultimo si fa subito sentire a inizio secondo periodo con la tripla del 22-19. La replica è affidata a capitan Iannicelli, che segna il 25-19. Laquintana continua a martellare la retina avversaria e tiene i suoi sul -4 (27-23). Poi Jelic trova il gioco da tre punti, che vale il 30-23. Ma Laquintana annulla tutto con la nuova bomba del 30-26. Angri ricomincia così a correre con Ruggiero per il nuovo +8 (36-28). La White Wise accorcia con Merlo e il libero di Taddeo manda le due squadre negli spogliatoi sul 43-38.

Nella ripresa Nwokoye sfrutta i problemi di falli dei lunghi angresi per segnare il 45-42. Gli sforzi degli ospiti vengono premiati da Laquintana per il 47 pari, che costringe Chiavazzo a una sospensione. La strigliata sortisce i suoi effetti, visto che Angri si riporta avanti con Jelic (51-47). Nwokoye continua a far male sotto le plance e realizza il 54 pari. La gara prosegue sulle ali dell’equilibrio. A spezzarlo è Merlo con il rovesciato del 56-58. La White Wise giunge fino al +5, fino al semi gancio di Granata per il 58-61. Poi i liberi di Bini e Globys portano il match sul 59-63 all’ultimo riposo. Nella quarta frazione è ancora Laquintana a bucare al retina locale, con Angri che si difende come può dall’altro lato con Globys (65-67). E’ proprio il pivot lituano a siglare il 67-67. Granata realizza il sorpasso sul 69-67. Izzo e Globys ci mettono un altro po’ di pepe per il 76-69. Carone, prezioso in difesa su Laquintana, segna il +8 (78-70) a  1’40’’ dalla fine. Laquintana realizza da sotto, poi commette il suo quinto fallo su Carone. Il play fa solo 1/2 (79-72) a 34’’ dal termine. Nwokoye è glaciale a cronometro fermo, ma lo è anche Granata (81-74 a 25’’ dalla fine).

Angri Pallacanestro-White Wise Monopoli 84-76

Angri Pallacanestro: Izzo 17, Globys 15, Granata 11, Ruggiero 14, Bonanni n.e., Caloia, Iannicelli 7, Taddeo 4, Jelic 13, Carone 3. All. Chiavazzo; Ass. Russo

White Wise Monopoli: Merlo 8, Guarini n.e., M. Annese 9, Laquintana 29, L. Annese n.e., Nwokoye 25, Di Giuliomaria, Bini 5, Fernandez, Natalini. All. Paternoster

Arbitri: Del Gaudio e Mandato

Parziali: 22-16, 43-38, 59-63