Agropoli e Sorrento si rincontrano in Serie D: cilentani rivoluzionati, costieri quasi invariati

L’Agropoli ritorna in Serie D dopo due stagioni in Eccellenza e come primo avversario ritrova il Sorrento, squadra che tolse la promozione ai “delfini” dopo lo spareggio ad Avellino nel 2018. Entrambe le squadre sono molto fiduciose in vista di questa prima giornata la quale dovrebbe dare una prima indicazione su quello che dovrebbe essere il loro percorso. Il Sorrento arriva a questo appuntamento con una preparazione superiore a quella dell’Agropoli che ha iniziato gli allenamenti da meno di un mese. La formazione del Sorrento è ancora allenata dall’esperto tecnico Vincenzo Maiuri (subentrato a Guarracino) che la scorsa stagione riusc√¨ a rivitalizzare una squadra vicina alla retrocessione. Ottimo il precampionato dei costierini i quali hanno superato brillantemente due turni di Coppa Italia mantenendo gran parte della squadra della scorsa stagione. Inedita, invece, la squadra dell’Agropoli, reduce da un cambio dirigenziale con a capo l’ex presidente dell’Avellino Walter Taccone e l’imprenditore Bisogno. Dopo l’addio di Gianluca Esposito (passato al Nola), la squadra cilentana ha ingaggiato l’ex allenatore di Triestina e vice di Delneri all’Udinese: Giuseppe Ferazzoli. Pochissimi i calciatori confermati dalla “vecchia” Agropoli, mentre molti ex Avellino sono arrivati a rinforzare una squadra che punterebbe anche al di sopra di una semplice salvezza. La gara del “Guariglia” sarà diretta da una terna arbitrale calabrese con a capo l’arbitro Gianluca Catanzaro di Catanzaro, coadiuvato dagli assistenti Marcucci di Rossano e Mascali di Paola.

Condividi