Afragolese. Masecchia verso la Mariglianese: “Abbiamo un obbligo da rispettare”

L’Afragolese scenderà in campo per la sfida contro la Mariglianese. Una sfida per conquistare la quinta vittoria consecutiva, mentre per i biancazzurri per andare a riscattare le ultime sconfitte. Rossoblù che, a punteggio pieno, vogliono tenersi stretta la vetta della classifica, per evitare epiloghi beffardi.

Alla vigilia del match la redazione si è soffermata a presentare il match assieme al tecnico Christopher Pelliccia.

Domenica arriva la Mariglianese cosa vi aspettate da questa gara, con gli ospiti che arrivano da 2 vittorie e 2 sconfitte finora, l’ ultima sconfitta proprio domenica scorsa contro l’ Albanova in casa?

“Noi al di là della forza della squadre avversarie, noi abbiamo un obbligo per i sacrifici e per il potenziale della squadra e non possiamo disattendere quest’obbligo. Si sa che quando si fa un campionato a vincere le insidie sono dietro l’angolo, noi dobbiamo stare attenti a quelle, quindi affronteremo una squadra che, è vero che ha fatto due sconfitte, ma che ha fatto due vittorie. E’ una squadra da rispettare”.

Avete avuto un ottimo inizio di campionato finora en plein con 4 vittorie di fila, cosa dirà ai suoi per continuare a fare bene?

Sicuramente, era un obbligo avere quest’avvio. Non è detto che con la grande squadra vinci sicuro, ma ovviamente dobbiamo provarci e come ogni settimana dobbiamo buttare il cuore oltre l’ostacolo”.

Questa settimana avete avuto non solo l impegno in campionato ma avete giocato anche in settimana,partita importantissima di coppa con la Frattese, si affiderà ad un po di turnover?

“Non ce ne vogliano le altre, noi abbiamo affrontare una delle più forti squadre del campionato, basta vedere che rinforzi ha fatto senza dimenticare le conferme di chi è arrivato prima, perchè non dimentichiamo che la Frattese è arrivata prima. Abbiamo avuto qualche occasione, noi non abbiamo subito più di tanto a parte un’occasione con D’Avino, abbiamo dato continuità a questo avvio con risultati positivi”.

Ci potrà già dire chi potrà avete una maglia da titolare? Una piccola chicca di formazione?

“Mancano ancora tre giorni che per me sono importanti. Stiamo recuperando alcuni calciatori, ricordiamo che con la Frattese abbiamo recuperato Longo, Befi non è ancora in condizione, Ausiello, Conte, ha giocato per la prima volta Schiaro che ha esordito. Abbiamo recuperato Vilardi, ma abbiamo fuori Santonicola, Manzo quindi non so chi scenderà in campo”

Quando ritornerete a giocare ad Afragola? Il popolo rossoblù chiede a gran voce il proprio stadio?

“Dobbiamo pensare che con tutto il rispetto per l’ospitalità di Cardito, chi non vorrebbe giocare a casa propria? Casa nostra è Afragola e speriamo di tornare il prima possibile”.

Un appello a tutta la tifoseria per domenica?

“I nostri tifosi sanno che per noi sono importanti, quando scegli Afragola, al di là del blasone storico, la scegli anche per la tifoseria, ci stimolano anche quando ci contestano. Loro devono sapere che finchè ci sarò io i calciatori daranno il massimo impegno. Loro sanno che sono importantissimi per noi sicuramente non ci faranno mancare il loro supporto e il loro calora”.

Enzo Papolino