Zona Granata. Torrente: A Modena per dare continuità. Le probabili formazioni di Modena-Salernitana

COME ARRIVA LA SALERNITANA ‚Äì La Salernitana di Vincenzo Torrente è reduce da tre risultati positivi: due pareggi e rete inviolata e una vittoria sull’Ascoli, nella scorsa giornata di campionato. Nella giornata di ieri l’allenamento si è svolto all’Arechi, con esercitazioni undici contro zero, per poi passare alle prove tattiche, partita a tema e esercitazioni sui palle inattive. Per quanto riguarda l’infermeria ci sono da segnalare Bernardini, Franco e Tuia che hanno svolto lavoro differenziato. Per Schiavi e Pestrin c’è stata una seduta di terapia. Stamattina si è svolta la rifinitura alla quale è seguita la consueta conferenza stampa del tecnico granata. Torrente sottolinea subito la difficoltà del prossimo impegno in trasferta, che è in programma per domani sera: Domani ci aspetta un’altra sfida molto importante come quella di sabato contro l’Ascoli. Affrontiamo una squadra che su 18 punti ne ha raccolti 16 in casa e sarà una gara in cui loro vorranno fare bene per superaci. Noi vogliamo confermarci, dare continuità ai risultati positivi e provare a vincere in trasferta per iniziare da domani a fare più punti possibili da qui alla fine del girone di andata.La situazione dell’infermeria continua ad essere il tallone d’Achille della squadra granata. Bernardini e Trevisan risultano nella lista dei convocati, ma le loro condizioni non sono perfette: Per la gara del Braglia dovrò valutare le condizioni di Bernardini, che ha un fastidio al ginocchio, e di Trevisan che ha ripreso ma non è ancora al massimo. Per entrambi mi riservo di decidere nella mattinata di domani ha aggiunto Torrente. Anche Odjer non è al massimo dopo l’influenza e come successo in questi mesi le scelte tattiche potranno essere inevitabilmente legate alle condizioni di questi calciatori -continua su questo argomento- I cambiamenti che abbiamo dovuto affrontare in questi mesi sono stati spesso causati dai tanti infortuni, specie nel reparto difensivo. Ora stiamo recuperando giocatori importanti e una volta rientrati in condizione, come già dimostrato in passato, questa squadra potrà giocarsela con tutti. Inevitabile parlare di coloro che scenderanno in campo domani, ma Torrente non lascia intendere nulla: In attacco ho quattro giocatori che stanno bene e che quando chiamati in causa si sono sempre fatti trovare pronti. Domani deciderò chi impiegare mentre a centrocampo molto dipenderà dalle valutazioni sulle condizioni di Odjer. Torna a parlare del Modena: E’ una squadra fisica, che ha individualità importanti come Granoche, Bentivoglio, Galloppa e Luppi. Giocatori d’esperienza che davanti al proprio pubblico si esaltano. Un’ultima considerazione sulla posizione in classifica e sugli obiettivi da raggiungere prima della fine del girone di andata: Da qui alla fine del girone d’andata non vogliamo fare calcoli, l’obiettivo è fare più punti possibili, cercando di ottenere sempre il massimo a cominciare da domani.

COME ARRIVA IL MODENA ‚Äì Anche il Modena prepara la partita contro la Salernitana, che aprirà la 19a giornata di Serie B. In conferenza stampa, Herman Crespo ammette l’importanza di questa partita. Ha un peso specifico questa partita, ma al tempo stesso c’è tanto tempo. Non può essere considerata definitiva, ma importante. Abbiamo voglia di tirarci fuori dalla situazione che viviamo. Sulla formazione: Abbiamo Calapai e Cionek che sono squalificati. Sulla Salernitana: E’ una squadra che può metterti in difficoltà. Sarà una partita in cui dobbiamo essere pazienti per no perdere il pallone. √â una partita delicata. Dobbiamo vincere tutti i costi, ma dobbiamo stare attenti a non regalare niente, a non lasciare speranze alla Salernitana.

MODENA-SALERNITANA IN CIFRE – La Salernitana è ancora in cerca della sua prima vittoria esterna. I granata hanno vinto quattro partite, tutte in casa. Cos√¨ il Modena. Tutte le vittorie collezionate sono state tra le mura amiche del Braglia. La squadra di Crespo, è una sorta di fortino nelle partite in casa. Subisce pochi gol, sino ad ora 8, ma ne segna anche pochi, 7 fino ad oggi. Gli emiliani sono molto bravi a proteggere la propria area, e questo lo si evince sia dalla percentuale con cui la squadra è stata capace di difendersi dagli attacchi avversari. I gialloblù hanno anche un ottimo possesso palla e riescono a giocare il pallone, valutando la percentuale dei passaggi riusciti, di gran lunga superiore a quello della Salernitana. La squadra di Torrente, infatti, tende a giocare con un atteggiamento attendista affidandosi ai contropiedi, che in molti casi portano al tiro verso la porta. Un dato molto equilibrato è quello dei tiri verso lo specchio della porta. Un dato in favore della Salernitana è quello della pericolosità: infatti i granata hanno la capacità di rendersi maggiormente pericolosi rispetto alla squadra di Crespo.

GLI UOMINI PI√ô PERICOLOSI ‚Äì Ogni squadra ha degli uomini a cui stare molto attenti. Nel caso della Salernitana parliamo di Donnarumma e Gabionetta, che sono i capocannonieri della squadra granata. Entrambi hanno 5 gol all’attivo, anche se l’attaccante brasiliano è bloccato da diverso tempo. Gabionetta è l’uomo che ha tirato di più verso la porta, si parla di più di 60 tentativi di andare al gol. Nel Modena gli uomini che vanno più spesso al gol sono Stanco, con tre gol, Bellinghieri e Marzoratii con 2 gol a testa. Per quel che riguarda gli assistmen, più di tutti Rubin è quello ce maggiormente suggerisce verso i compagni, ma dei suoi 22 passaggi, nessuno è andato a buon fine. Al contrario, molto proficuo dal punto di vista degli assist è Bellinghieri con 4 assist vincenti su 14 suggerimenti totali. Per la Salernitana è Sciaudone colui che tenta maggiormente di portare al gol, ma sono Coda, Pestrin e Gabionetta gli assistmen dei granata con due suggerimenti vincenti.

LE PROBABILI FORMAZIONI ‚Äì Come anticipato in articoli precedenti, il Modena dovrà rinunciare a due difensori a causa della squalifica. Si parla di Cionek e Calapai. √à stato recuperato Marzoratii. La Salernitana ha dei dubbi nello schieramento della difesa, Alessandro Bernardini ha avuto dei problemi ed ha dovuto svolgere lavoro differenziato, Trevisan è stato recuperato, ma non sono al massimo, cos√¨ come non lo è Odjer. In assenza di un terzo difensore centrale, Torrente potrebbe optare per un ritorno alla difesa a quattro ed al vecchio modulo.

Modena (4-3-3): Provedel; Gozzi, Popescu, Aldrovandi, Rubin; Nardini, Galoppa, Marchionni; Bellingheri, Granoche, Luppi.

Salernitana /4-3-3): Terracciano; Colombo, Lanzaro, Empereur, Rossi; Bovo, Moro, Sciaudone; Gabionetta, Coda, Eusepi.

Cristina Mariano