Volalto Caserta. Esordio in A2 col Vicenza, Monfreda e Ricciardi: “Speravamo in un avvio più agevole”

Sarà l’Obiettivo Rinascimento Vicenza la prima avversaria della Volalto nel suo campionato d’esordio in serie A2. Ieri pomeriggio la Lega ha diramato i calendari ufficiali e, bisogna dire, che al team rosanero non è che le cose siano andate benissimo, almeno in avvio.

Si comincia, quindi, il 2 novembre in Veneto sfidando il club vicentino. Sette giorni dopo ci sarà l’atteso debutto interno. Al Palazzo dello sport di Viale Medaglie d’Oro, che nel frattempo si sarà rifatto il look con terreno di gioco, tribuna e sala stampa nuova, arriva Soverato, ovvero la semifinalista play off della passata stagione e pronta a ritentare la scalata in A1. Poi di nuovo in trasferta a Monza contro un’altra pretendente al salto di categoria.

Speravamo in qualcosa di leggermente più morbido- afferma il coach della formazione casertana Massimo Monfreda- ma sono discorsi relativi. Il nostro campionato è composto da 14 squadre, tredici rivali da affrontare. Ci saranno sfide più ardue, altre meno improbe, ma, indipendentemente dall’avversario che ci troveremo di fronte, il nostro spirito dovrà sempre essere lo stesso. Bisognerà avere sempre fame, essere sempre determinate e caricate a mille.

Previsti tre turni infrasettimanali. Il 10 dicembre la Volalto sarà di scena ad Ancona contro la Lardini Filottrano. L’undici marzo le due squadre si ritroveranno a campi invertiti. Terzo turno infrasettimanale, poi, l’8 aprile ad Olbia. Si giocherà anche durante le feste natalizie. Il 26 dicembre, giorno di Santo Stefano, è fissato il derby con la Corpora Aversa. Il 18 gennaio si chiude il girone di andata con la sfida esterna al Club Italia. Il sipario sulla regular season calerà il 12 aprile. Poi via a play off e play out.

Sarà un lungo cammino che ci accingiamo a intraprendere con tanta curiosità e determinazione ‚Äì afferma invece Michela Ricciardi ‚Äì certo avere all’inizio avversarie che ambiscono alla promozione finale potrebbe essere un handicap, sarebbe stato meglio un avvio più agevole, ma ‚Äì conclude la forte centrale- questi sono solo discorsi relativi e di certo non ci fasciamo la testa prima del dovuto. La società ha allestito un roster di assoluto livello in grado di farsi rispettare. Da qui a novembre ci sarà tempo per prepararsi al meglio e, certamente, sapremo essere all’altezza delle sfide che ci attendono.

 

Condividi