Villa Literno. Il veterano Russo prova a chiudere la porta: ”Voglio giocarmi il posto”

Che euforia in casa Villa Literno il giorno del pronti via. Una conferenza stampa con tutto lo staff societario presente e tanti volti nuovi che scalpitano per dare il contributo alla causa Ritorna in sella alla guida della società il presidente Antonio Musto che punta molto su questa stagione per coinvolgere quante più forze imprenditoriali. Il progetto è stuzzicante e la sicurezza è confermata dalla conferma per la terza stagione consecutiva del mister Luigi Sanchez allenatore di spessore e pronto a tuffarsi con grandissimo entusiasmo in questa nuova stagione. La punta di diamante resta di certo Salvatore Ginestra vero fiore all’occhiello della campagna acquisti. In porta un monumento come Francesco Russo che dopo aver superato abbondantemente le quaranta primavere non ha alcuna intenzione di partire dalla panchina mettendo in difficoltà il tecnico con impegno e sudore. La passione per il calcio è smisurata.Per lui un ritorno al Villa Literno dopo tre anni: Ringrazio il dirigente Ucciero che mi ha dato la possibilità e onore di giocare. Monte di Procida, Arzano, Qualiano, Casalnuovo e Villa Literno: per me 44 primavere. Il segreto è tanta umiltà e voglia di far bene. Sono prontissimo

Il benvenuto al neo acquisto da parte del tecnico Luigi Sanchez :Arriva in un ruolo delicatissimo un uomo di grandissima personalità. Sa il fatto suo e influenza la squadra. Non diamo limiti alla provvidenza. Se merita di scendere in campo, non lo terremo a scaldare la panchina

 

Mario Fantaccione

 

Condividi