Victoria Marra. Basta Giorgio per superare il Nocera

VICTORIA MARRA – F3 NOCERA: 1 – 0

MARCATORI: 88′ Giorgio

VICTORIA MARRA: Iseo, Cascata (61′ Alvi), Sacco (69′ Librera U.), Palladino, Balzano, Polo, Porzio, Ferraioli (63′ Amura), De Martino, Collaro (54′ Giorgio), Russo M. A disposizione: De Lisio, Costantino, Manzi. All. Giuseppe Aquino

F3 NOCERA: Gigantino, Fabbricatore L., Di Napoli, Fabbricatore I., Crispo, Pierri (93′ Morrone), Pannullo, Vitolo (77′ Bellini), Sorrentino (72′ Tedone), Pedone, Lanzara (76′ Pecoraro). A disposizione: Napolitano, Taiani, Russo A., Morrone. All. Gennaro Citarella

ARBITRO: Daniele Esposito di Battipaglia

NOTE; Ammoniti: Palladino, Russo (VM), Pierri, Bellini (N); Corner: 4 – 5; Recuperi: 0’pt, 5’st. Spettatori 250

Missione compiuta: la Victoria Marra agguanta nuovamente il primato e in virtù degli scontri diretti con le altri due concorrenti a pari merito, è capolista effettiva. Lo scossone per la prima sconfitta stagionale ha dato i suoi frutti. Una settimana intensa di lavoro ed analisi per il tecnico Aquino e la sua truppa che in occasione del big match si ritrova al completo (tranne l’esperto Cirillo), cosa non da poco viste le pesanti assenze susseguitesi fin ora.

Pronti via le due compagini esprimono i loro valori in campo: una fase di studio con gli ospiti che tengono il campo mentre Collaro e company provano ad aprire dei varchi nella retroguardia opposta. Scorre via cos√¨ la prima frazione, senza grosse occasioni. Nella ripresa il tecnico di casa in mezz’ora effettua quattro sostituzioni che cambiano il passo de la celeste. Al 73′ converge benissimo da sinistra il giovane Librera, conclusione perfetta e potente che si schianta sulla traversa sfiorando cos√¨ un eurogol. Forcing finale della Victoria. All’88 ce un fallo a ridosso della linea di centrocampo che sembra innocuo ma non per l’esperto Alvi che con astuzia approfitta della distrazione generale e batte con un lancio al bacio per Giorgio che involatosi verso l’area avversaria fa tutto alla perfezione: stop, controllo e conclusione vincente. Il resto è un tuffo liberatorio sui materassi della pista atletica del comunale con l’intera squadra ad esultare.

Enzo Cavallaro