US Scaftese-Ebolitana 1-2. Al “Comunale” passano gli azzurri di Nastri

US SCAFATESE – EBOLITANA: 1 – 2

MARCATORI: 37′ e 56′ Compierchio (E), 89′ Mandica (US)

US SCAFATESE (4-3-3): Gallo; Matrone P., Romano, Cirillo, Ferrauto; Della Femina, Maio, Avino (46′ Scognamiglio); Manzo (46′ Mandica), Maione, Cibele (59′ Del Grande). A disposizione: Francavilla, Sgueglia, Paragallo, Matrone Vincenzo. All. Antonino Amarante

EBOLITANA (3-5-2): Camara; Del Franco, Kouadio, D’Agostino; Di Stefano, Esposito (57′ De Falco) (90′ Sgambato), Salese, Pepe, Visco; Compierchio (71′ Bruno), Saani. A disposizione: Pergamena, Sgambato, Doto, Chiella, Cheikh. All. Salvatore Nastri

ARBITRO: Simone Picchi di Lucca Assistenti: Giovanni Sepe e Francesco Cerbone di Frattamaggiore

NOTE: Ammoniti: Cirillo, Dlla Femina, Scognamiglio (US), Di Stefano, Bruno (E). Espulso: Maio (US). Corner: 6 – 6. Recuperi: 1’pt, 5’st. Al 90′ espulso dal terreno di gioco Maio (US). Spettatori 300 circa.

Brusca frenata tra le mura casalinghe, la seconda consecutiva, per l’US Scafatese. A far riflettere però, è stata la scialba prova dei ragazzi che soltanto sul finale hanno avuto una reazione di orgoglio e per poco non riacciuffavano il match. Forse la peggior prova dall’inizio della stagione contro un avversario davvero ostico che si becca i complimenti dello sportivo tecnico Amarante.

Pronti via si capisce subito che non è giornata. Infatti, gli ospiti prendono le misure con due conclusioni respinte da Gallo. Reazione gialloblu con Avino che mette un ottimo cross per Maione che di testa sfiora la traversa. Gara pimpante con ottimi spunti di calcio ma senza grosse occasioni. Si giunge al 35′ per assistere ad una conclusione potente di Della Femina che sfiora il montante superiore. Passano pochi minuti e sull’asse Saani- Comperchia viene confezionato il vantaggio, con quest’ultimo che chiude un triangolazione e scaraventa il rasoterra nel sacco. Immediata reazione dei padroni di casa con manzo che suggerisce in area per Maione, il colpo di testa sfiora di un soffio il palo lungo. Prima della pausa è ancora una combinazione degli indemoniati Comperchia- Saani a far tremare il Comunale, ma stavolta sul rasoterra beffardo dell’attaccante di colore, Gallo si allunga fin che può e manda in corner. Nella ripresa Amarante passa nuovamente al 4-3-1-2 con la doppia sostituzione Mandica e Scognamiglio per Manzo e Avino. La musica non cambia e la reazione non arriva. L’Ebolitana fa le prove tecniche del raddoppio prima con il colpo di testa di Kouadio che sfiora il palo, poi con una serie di conclusioni dalla distanza. Al 56′ puntuale arriva il raddoppio, in maniera quasi clamorosa: Comperchia riceve palla direttamente da un fallo laterale ed ha tutto il tempo per accentrarsi, caricare e siglare il vantaggio con la sfera che passa sotto le braccia di Gallo, probabilmente anch’egli sorpreso. Sul finale di gara giunge la sveglia per gli uomini di Amarante che con un gran bella conclusione potente di Mandica, grazie alla complicità dell’estremo avversario, accorciano le distanze. Assalto finale che non produce nulla di buono, anzi arriva l’espulsione diretta per il centrocampista Maio per un fallo a gioco fermo nella mischia, tutto da verificare. Allo scadere invece episodio da moviolo con Ferrauto che sfonda da sinistra entra in area e viene atterrato, si spengono qui le speranze dell’US.

Seconda sconfitta casalinga dopo quella con l’FC Sorrento. Questa volta l’avversario era la diretta concorrente dell’Ebolitana alla quale bisogna riconoscere i meriti. In casa Scafatese invece resta da incassare la sconfitta e ritrovare la retta via senza fare troppi drammi, anzi tramutare in impegno e determinazione la delusione di queste ore.

Enzo Cavallaro

Condividi