US Scafatese-Scafatese 1922 1-0. Il derby va ai ragazzi di Amarante

Terza giornata del campionato di Eccellenza, nel Girone B è derby tra US Scafatese e Scafatese 1922. La stracittadina finisce col risultato di 1-0 per l’US Scafatese, grazie alla rete di Del Grande, nella prima frazione di gioco. Per l’occasione lo stadio comunale “28 settembre” è stato chiuso dal Prefetto, quindi gara a porte chiuse.

LA GARA. Mister Amarante sceglie l’undici formato da Gallo tra i pali, in difesa Matrone, Romano, Cirillo, Ferrauto. Centrocampo a tre con Avino, Maio e Landi. Il tridente d’attacco è formato da Scognamiglio, Cibele e Del Grande. La risposta del canarino è quella composta da Gallo, Vicinanza, Guidelli, Chiariello, De Bellis, Di Ruocco, Perone, Cannavale, Teta, Sorrentino. Un gara molto contratta, infatti per i primi venti minuti non succede praticamente nulla. Il match sembra non voler decollare, ma al 24′ arriva la prima occasione da rete per l’US Scafatese con Del Grande che attiva sull’out di sinistra Ferrauto, il quale serve Cibele, il numero 9 trova la pronta opposizione di Capece. La riposta dei canarini è affidata a Di Rucco che dal lato destro calcio sul secondo palo, ma la sfera si spegne di poco a lato di Gallo. La contesa si sblocca poco prima della mezz’ora a favore degli uomini di Amarante che passano con Del Grande, servito da Scognamiglio che raccoglie una palla sguizzata via da un’uscita poco fortuna di Capece. Poche folate, pochi minuti di azioni, figlie più dell’agonismo che del bel gioco, e la partita si spegne nuovamente. La prima frazione di gioco si chiude sul risultato che vede premiare la squadra del patron Vaiano.

Alla ripresa delle ostilità, gli uomini di Macera sono più propositivi e ricercano con assiduità la rete del pareggio. L’US Scafatese gestisce il vantaggio, riuscendo ad assorbire tutte le sortite offensive degli uomini in gialloblù. I minuti scorrono veloci sul cronometro e si arriva subito al 20′ della seconda frazione di gioco, dove il copione non cambia. La Scafatese 1922 continua a spingere, ma la rete del pari sembra proprio non voler arrivare, questo anche a causa della retroguardia avversaria che chiude tutti gli spazi. L’US, però, ha l’occasione di chiudere i conti poco dopo la mezz’ora con Maione, ma la sfera finisce di poco sul fondo. Ancora la compagine di casa che realizza il raddoppio con Scognamiglio, però il segnalinee annulla per posizione di offside. Zucca cerca portare sul pareggio la gara, senza però riuscire a sorprendere Gallo. Il risultato non cambia, gli uomini di Amarante si aggiudicano il derby, boccone amaro per la società cara al vulcanico presidente Cesarano che non riesce ad imporsi nei 90 minuti di gioco, dove forse un pareggio sarebbe stato più giusto visto il gioco espresso in campo.

Dal nostro inviato allo stadio “Comunale” di Scafati – Gianfranco Collaro

Condividi