US Faiano-Picciola 5-3. Il derby di Pontecagnano va ai biancoverdi

PONTECAGNANO FAIANO. Gol, spettacolo e fair play. Mescolando questi tre ingredienti, si ottiene un derby stellare, come quello visto in campo al Comunale XXIII Giugno 1978. Faiano e Picciola hanno giocato una gara intensa e vibrante sul terreno di gioco di Pontecagnano. Gli otto gol della sfida hanno deliziato il pubblico presente sugli spalti, accorso numeroso ad assistere al match tra la formazione di Turco e di Villecco.

Prima del match le dirigenze di Faiano e Picciola sono state premiate con le coppe disciplina, ottenute negli scorsi rispettivi campionati di Eccellenza e Promozione. Un importante manifestazione volta a sottolineare il fair play e la correttezza nonostante il sentito derby.

Venendo al campo, nei primi quindici minuti il Faiano è già sul 2 a 0, grazie a uno strepitoso Giuseppe Di Donna, che con due stacchi imperiali di testa (al 13′ su assist di Mansour e al 15′ su assist di Grieco) mette a segno una doppietta importante per i suoi. Il doppio vantaggio sembra non impensierire gli ospiti rossoblu, che al 20′ accorciano le distanze con Merola di testa. La gara entra in ghiaccio, con le due squadre che lottano soprattutto a centrocampo. Sul finire di tempo, al minuto 43′, Pellegrino effettua un tiro velenoso dal limite, palla che termina di pochissimo alta sopra la traversa.

La ripresa si apre con un calcio di rigore per i padroni di casa: Camera tocca di mano in area e per il signor Guida di Torre Annunziata è calcio di rigore. Sulla palla si porta il cecchino Mansour che non sbaglia e spiazza il portiere per il terzo gol biancoverde.
Dopo tre minuti ghiotta chance sui piedi di Pellegrino, conclusione a incrociare in area, palla che termina fuori. Al 19′ Di Giacomo non aggancia la sfera in difesa ed è lesto ad approfittarne Ciotti che accorcia le distanze nuovamente per la Picciola. Il Faiano nonostante il gol continua a produrre gioco: al 32′ gran tiro di Mansour dal limite, Di Filippo blocca la sfera. Dopo due giri di lancette Erra segna la rete che chiude virtualmente i giochi, approfittando dell’invitante passaggio di Pellegrino. Al 41′ arriva la cinquina dei padroni di casa: Pellegrino penetra in area e batte a rete Di Filippo. Nel quarto dei cinque minuti di recupero c’è gloria per Ciotti, che rende meno amaro il passivo per i suoi.

Una vittoria casalinga che mancava ormai dallo scorso dicembre per il Faiano, che con i tre punti odierni resta agganciato al Cervinara a quota 38 al terzo posto, in attesa del recupero di mercoledì sul campo di Positano. Per la Picciola stop interno dopo una serie di risultati positivi: prossimo avversario la Battipagliese di Tudisco che ha vinto proprio il San Vito Positano con quattro reti.

TABELLINO

FAIANO: Senatore, Ruggiero, Magazzeno, Anastasio (42’st Imperiale), Di Donna, Di Giacomo, Donadio (25’st La Femina), Erra (34’st Chiangone), Pellegrino, Grieco, Mansour. A disposizione: Ginolfi, Pisacane, Volpe, D’Orsi. Allenatore: Turco
PICCIOLA: Di Filippo, Gabbiano (1’st Picaro), Barra, Camera (43’st De Maio), Imparato, Iommazzo, Delle Serre, Ferrara, Merola, Ciotti, Battipaglia (24’st Lisanti). A disposizione: Cavaliere, Cappelli, Balzano, Tolino. Allenatore: Villecco
ARBITRO: Guida di Torre Annunziata
ASSISTENTI: Ruocco di Ercolano – Pizzoni di Frattamaggiore
RETI: 13’pt Di Donna (F), 15’pt Di Donna (F), 20’pt Merola (P), 5’st Mansour (F), 19’st Ciotti (P), 33’st Erra (F), 41’st Pellegrino (F), 49’st Ciotti (P)
NOTE: Spettatori 250 circa. Ammoniti Di Donna, Ruggiero, Erra, Mansour, Senatore (F), Imparato, Ciotti (P). Angoli Faiano 5 – 1 Picciola. Recuperi 1¬∞T: 2′ – 2¬∞T: 5′

Comunicato Stampa US Faiano

Condividi