Tya Marigliano. Sconfitta con l’Hydra Latina

Pallavolo – Serie B

Hydra Latina Volley – Tya Pallavolo Marigliano 3 – 1 (25-21; 25-23; 22-25; 25-12)

Nulla da fare per la Tya Pallavolo Marigliano sconfitta in quel di Latina dalla capolista Hydra. La compagine laziale si è imposta per 3-1 vendicando la sconfitta subita nella gara di andata e confermandosi meritatamente al comandi del torneo. Squadre incomplete, locali senza Ranieri Tenti fermato per problemi cardiaci ed al quale la Tya fa il più grande degli in bocca al lupo con l’augurio di rivederlo presto in campo, Marigliano con Calabrese in panchina solo per onor di firma.

La Tya parte forte e gira prima alla sosta tecnica (5-8) prima della reazione dei locali che impattano a quota 9. Cambio palla rispettato fino al 12-12 prima dell’allungo dei locali (16-12), vantaggio che il Latina gestirà fino al termine del set.

Avvio decisamente equilibrato nella frazione successiva (5-5) ma come nel set precedente è Marigliano che gira prima al time out tecnico (7-8) con attacco al centro di Pecoraro. Le squadre viaggiano appaiate negli scambi successivi (11-11) quando è la Tya che prova a scappare (15-17). La capolista però non ci sta e in un amen recupera ed allunga, andando a chiudere sul 25-23.

Meglio Marigliano in avvio di terzo parziale, condotto sin dal primo scambio. La Tya domina raggiungendo anche il +5 (11-16), contenendo la rimonta dei padroni di casa, favoriti anche da un giallo a Di Giorgio. I ragazzi di mister Bracciano tengono comunque botta grazie ad un imprendibile Picariello e si procurano due palle set, chiudendo al secondo tentativo grazie all’errore di Porcello. Nel quarto periodo però non c’è storia: Latina parte subito con le marce alte (4-0; 8-3) con gli ospiti che non riescono a reagire fino al 25-12 finale che non ammette repliche. Poco male, mister Bracciano ha avuto comunque dei segnali positivi da parte dei suoi che hanno giocato alla pari per tre set in casa della prima della classe, il Cimitile, prossimo avversario, è già avvisato.

Latina: De Luca, Testagrossa, Quartarone, Becca, De Fabritis, Porcello, Ripa, Catania, Rossi, Di Coste., Sorgente (L). All.) Gatto

Marigliano: Ciollaro, Rumiano, Di Giorgio, Mauriello, Calabrese, Pellegrino, Libraro, Palumbo, Di Santi, Picariello, Pecoraro, Conforti (L). All.) Bracciano

Arbitri: Giannattasio di Campobasso e Guglielmi di Isernia

Nella foto Antonio Di Santi