Turris, i giovani corallini promossi in Primavera 3

Sofferta, ma per questo ancor più bella, la vittoria della Turris nella prima finale del campionato Primavera 4 andata in scena questa mattina a Cesena. I corallini del duo tecnico Matarese-Chiaiese, costretti a supplementari e rigori, superano il Fiorenzuola per 4-2 (1-1 il risultato al termine dei tempi regolamentari).  

Al 12’ va a segno Luca Nocerino ribadendo in rete una respinta del portiere sull’incursione di Iaccarino. I corallini controllano senza correre troppi rischi e senza rinunciare a controbattere. Nella ripresa subiscono l’inevitabile ritorno degli avversari e al minuto 92, proprio quando pregustavano la festa, il gol del pari. I supplementari scivolano tra equilibrio e primi segni di stanchezza. Si decide tutto ai rigori.

Dal dischetto il Fiorenzuola colpisce subito un palo; per la Turris segnano invece NocerinoTerriuolo Di Maio. Il portiere Colantuono mette, poi, i suoi guantoni sulla promozione respingendo due penalty e chiudendo anticipatamente il giro dagli undici metri.

Festa grande a fine gara per la Turris e i complimenti del presidente di Lega Pro, Francesco Ghirelli, nel corso della cerimonia di premiazione.

Per lo staff tecnico corallino l’emozione di Rosario Chiaiese: “Il gol allo scadere poteva tagliarci le gambe, ma siamo rimasti compatti e poi siamo stati bravi a segnarli e a pararli i rigori. Sarebbe una bugia dire che non credessimo nella promozione ad inizio stagione. In poco tempo, abbiamo ottenuto il massimo in termine di costruzione di calciatori e risultati. Questa è la Coppa di tutti: della società, della gente, dei ragazzi, di uno staff importante. Ora dobbiamo dare continuità al progetto. E una dedica speciale va sempre al compianto nostro ex tecnico Ciro Scala”.

A seguire il gruppo a Cesena la delegazione societaria guidata dal direttore generale, Rosario Primicile, e l’amministratore unico e ds, Antonio Piedepalumbo. Quest’ultimo sottolinea: “Insieme allo staff è stato fatto un ottimo lavoro. Si è costruito un gruppo valido dall’inizio, inserendo poi altri elementi a gennaio in grado di innalzarne il tasso tecnico. In finale abbiamo affrontato un avversario di pari livello, facciamo sinceri complimenti al Fiorenzuola.

Il nostro – continua Piedepalumbo – è un gruppo di prospettiva: qualche ragazzo, vedi proprio Nocerino e Colantuono, è già da tempo in orbita prima squadra e speriamo di aggregarne altri. Monitoriamo il vivaio dall’alto per ritrovarci un prodotto già cresciuto in casa sulla strada di giovani come Esempio, Manzi, seguiti durante il loro percorso ed oggi punti fermi della prima squadra”.

Questa la formazione della Turris scesa in campo a Cesena che ha scritto una pagina di storia del club: Colantuono, Pelliccia (Del Giudice), Frulio, Terriuolo, Cavaiola, Rosolino, Iaccarino (La Faci), Aurilia (Di Maio), Lombardo (Riso), Nocerino, Primicile (Ait). A disposizione: Santino, Fortunato, Signorelli, Formicola, Quaglietta.