Troppo Sorrento per il Casarano: cappotto allo stadio Italia

Non è il Foro Italico ma è lo stadio Italia, il Sorrento piega il Casarano con il risultato di 7-0, i ragazzi di Maiuri pronti per il grande slam.

Il Sorrento è troppo straripante per il Casarano di Dino Bitetto che torna in Salento con la coda tra le gambe e con una sconfitta pesantissima. Un monologo rossonero, nonostante i tentativi delle serpi di andare ad accorciare. Nel primo tempo, però, è già record per i rossoneri che si portano sul 5-0 senza replica alcuna. La strategia di attendere l’avversario non porta certamente bene ai rossoazzurri che escono dal campo con un 7-0. La sconfitta e il pareggio nelle ultime due gare hanno incattivito i costieri, che si sfogano sulla squadra che, nella giornata di andata erano stati costretti al pareggio nonostante un gol regolare di Bonanno, annullato per un presunto fuorigioco.

Giuseppe La Monica si trasforma in un vero e proprio goleador, facendo concorrenza a bomber Figliolia. Un pallone per il centrocampista ex Gragnano, una doppietta per Figliolia e momento di gloria anche per Herrera e Vitale, con quest’ultimo alla prima rete stagionale. Una squadra straripante, che nella ripresa si è limitata ad allungare a 7 l’attivo sugli avversari e poi gestire in una sorta di umiliante, per i salentini, giro palla nel quale il Casarano non è riuscito a dire la sua. Non certamente una partita ferma, ma l’unica azione degna di nota della formazione di Bitetto ha la firma di Favetta e Mincica, che non riescono a finalizzare. Il Sorrento, dal canto suo, sfiora anche l’ottava rete con Vitale, che per fortuna dei rossoazzurri non centra il bersaglio.

Una vittoria importante in attesa dello scontro diretto per il terzo posto contro il Cerignola, della settimana prossima, quando il Sorrento dovrà andare a giocarsela al Monterisi, sperando, intanto in una rimonta da parte del Bitonto.

Condividi