Top & Flop. Napoli rullo compressore, Bologna evanescente

La notte del Dall’Ara entrerà nella storia grazie al roboante risultato portato a casa dai ragazzi di Maurizio Sarri. La sfida tra le due formazioni ha sempre regalato spettacolo e gol, ma mai con un passivo cos√¨ pesante per i felsinei.

Napoli rullo compressore, passa sopra i propri avversari e porta a casa un 7 a 1 che lascia l’amaro in bocca per il pareggio contro il Palermo. Bologna poco reattivo specie in fase offensiva.

TOP – Bologna

Nessuno ha raggiunto la sufficienza, una squadra completamente annichilita dallo strapotere azzurro. Non riescono a fare paura neanche quando il Napoli lascia loro lo spazio necessario ad imbastire qualche azione degna di nota.

Napoli

  • Hamsik. Il capitano apre le marcature con un colpo di testa che va ad insaccarsi all’angolino opposto della porta. Un colpo da maestro quello del numero 17 azzurro, che bagna la prestazione portandosi il pallone a casa grazie ad una tripletta. Oltre ai gol, giocate di alta classe, come spesso ci ha abituato, tanti bei passaggi per i compagni.
  • Mertens. Tripletta e due assist. Il ruolo di prima punta gli si è cucito addosso in maniera perfetta, tanto da chiedersi se davvero servirà Pavoletti. Crescita esponenziale del belga.
  • Reina. A pari merito con Insigne, la spunta lui per il rigore parato sul 2 a 0. Brutta esecuzione di Destro, ma il portiere spagnolo si fa trovare pronto a chiudere le speranze dei felsinei. Incolpevole sul gol, ma ottima copertura sul tentativo di Krejci.

FLOPBologna

Per giustezza si dovrebbe elencare tutta la squadra. Una brutta prestazione degli undici messi in campo da Donadoni. Marcature fatte con sufficienze, Mirante sbaglia clamorosamente sulla punizione di Mertens che insacca sul palo del portiere, ma tra tutti i flop, ci sono i peggiori di tutti.

  • Destro. Sbaglia il rigore che avrebbe potuto cambiare la storia del match. Il risultato era sul 2 a 0, e una marcatura avrebbe potuto cambiare l’inerzia e dare speranza ai suoi. Impalpabile per tutta la partita.
  • Masina. Fallo da ultimo uomo su Mertens e conseguente rosso. C’è chi lo giudica eccessivo e chi no. Il belga era tra lui e Maietta, ma il difensore non avrebbe potuto marcare il giocatore azzurro che aveva preso un’altra direzione. Il giocatore rossoblu potrebbe sfruttare la superiorità numerica, ma ristabilisce subito la parità.
  • Donadoni. Aspetta a sostituire Mirante che nel corso del secondo tempo aveva accusato dei problemi allungando il passivo da 5 a 7 gol. In conferenza stampa si lamenta degli errori arbitrali, che a detta sua avrebbero condannato il suo Bologna. Ricordiamo che il risultato è di 1 a 7.

Napoli

  • Callejon. Inizia bene, sfiora due gol, ma commette due ingenuità che ne precludono la permanenza in campo. Prima un tocco di mano in area che consegue il calcio di rigore del Bologna, poi un fallo da reazione tutto a distanza di pochi secondi. Lascia i suoi in inferiorità numerica, ma la squadra non ne risente.

 

CLICCA QUI PER LE PAGELLE

CLICCA QUI PER IL COMMENTO

CLICCA QUI PER L’INTERVISTA DI DONADONI

Cristina Mariano

Condividi