TIM CUP – Juventus-Milan 2-1. Bianconeri in semifinale col Napoli

La Juve vendica Doha dà appuntamento al Napoli in semifinale di Coppa Italia. Dybala e Pjanic firmano il solito avvio da urlo allo Stadium sfruttando il solito inizio horror di un Milan che nella ripresa sfodera cuore e coraggio, andando a segno con Bacca in apertura di ripresa e non abbassando la testa neanche quando Locatelli si è fatto cacciare (doppia ammonizione al 54′). In semifinale va però la Juventus che, come contro la Lazio, la sblocca subito. Allegri ha confermato l’iperoffensivo 4-2-3-1 visto contro i biancocelesti, impatto micidiale: Cuadrado trasforma il cross di Asamoah in un assist spettacolare, di tacco, per Dybala che, col piede ‚Äòsbagliato’, il destro, fa secco l’incolpevole Donnarumma. Tutto facile per la Juve, che con la tanta tecnica in campo (Pjanic, Dybala, Higuain, Cuadrado) fa girare palla a suo piacimento. E al 21′ raddoppia: la punizione di Pjanic finisce sotto il sette, i bianconeri ‚Äòvedono’ già il Napoli. Dalle parti di Neto, titolare di Coppa, calma piatta e prima dell’intervallo si vede anche Higuain: Donnarumma respinge sui piedi di Khedira che segna il 3-0, ma è in fuorigioco e quindi Irrati annulla. Al rientro il motivetto sembra sempre lo stesso, con la Juve furiosa e il Milan in soggezione. E invece, improvvisa, arriva la scossa rossonera: Mandzukic limita l’inserimento di Bertolacci ma serve involontariamente Bacca, splendida e immediata la girata del colombiano, autore di un gran gol. Dura pochissimo la gioia del Milan perch√© Locatelli, già ammonito, frana addosso a Dybala e si becca il rosso. Milan per oltre mezz’ora in 10 e sotto di un gol. Mandzukic spreca per due volte di testa il 3-1 e la squadra di Montella per poco non pareggia, con Neto che salva sul bolide di Kucka su punizione. Allegri si copre un po’ inserendo Alex Sandro per Dybala, mentre Montella dà spazio nel finale a Deulofeu (fuori Bacca). Donnarumma si mette in mostra sulla girata volonta di Pjanic, innescato dal solito Cuadrado, poi Deulofeu sfugge a Bonucci ma trova Neto pronto. Anche se col fiatone, la Juve taglia il traguardo e avanza anche in Coppa. (ITALPRESS)

Condividi