Stregoni Five Soccer. L’analisi del derby col Boca Futsal

Commentare una partita a mente fredda, forse, è il modo migliore. Non ci si esalta e magari si analizza l’incontro al meglio. Dello stesso avviso è Antonio Collarile, direttore generale degli Stregoni Five Soccer. La squadra allentata dal tecnico Sanginario non fallisce alla prima giornata e, sul campo del Boca Futsal, mette in cascina i primi tre punti stagionali. Ecco quanto affermato da Collarile: Quella di sabato stata è una giornata storica, quella del nostro esordio in Serie C2. Gli Stregoni Five Soccer sono nati solo tre anni fa e abbiamo raggiunto il nostro primo obiettivo: disputare un campionato a livello regionale.

E sulla partita chiosa dire: L’esordio è stato positivo, ma la vittoria un po’ sofferta su un campo ostico, molti lasceranno qui. Il Boca ha venduto cara la pelle, ma noi grazie all’esperienza e ad un gioco non molto fluido, a causa dei carichi di lavoro nelle gambe, ci ha visto essere protagonisti sul parquet di Telese.

Continua parlando della prestazione: Il credo di mister Sanginario è cercare sempre di imporre il nostro gioco, non siamo una squadra attendista. In questo modo mettiamo in difficoltà gli avversari. Giocheremo tutte le partite cos√¨, in ogni campo. Gli Stregoni Five Soccer hanno un obiettivo da raggiungere: la salvezza. Servono in tutto 36 punti, sabato ne abbiamo fatti 3, quindi ne mancano 33.

E sulla tripletta messa a segno da Serino: Non lo scopriamo adesso come giocatore. In Serie C2 è uno spreco, ci farà fare la differenza. Su di lui abbiamo investito e punteremo molto, ci darà tante soddisfazioni. Da come si è allenato in settimana mi aspettavo una prestazione superlativa, ma non una tripletta. L’ho visto molto convinto e con tanta voglia di riscatto, lo scorso anno è stato messo in discussione. Lui è qui per rilanciarsi e contribuire al progetto Stregoni.

Ha continuato dicendo: Al di là di Serino voglio fare i complimenti a tutta la squadra, dopo il gol subito ha saputo reagire ed imporsi alla grande. Non mi piace elogiare solo il singolo, ma quello che conta è il collettivo.

E su Repola: Per lui non è stato facile l’esordio in Serie C2. Lo scorso anno ha concluso il campionato con l’unica partita che è servita a conquistare la promozione in categoria superiore. Sabato si è comportato molto bene, spero che possa continuare su questa squadra. Armando è uno di quegli elementi giovani che deve crescere.

Subito dopo il match Antonio ha parlato con il tecnico Sanginario e rivela: Il mister non è mai soddisfatto al 100%. Telese era un ostacolo duro e trovare il Boca all’esordio non era facile, tuttavia il tecnico ha saputo preparare bene la partita in settimana. Non si accontenta mai. E’ una di quelle persone che ci permetterà di fare strada.

Condividi