Stasia Soccer-Hermes Casagiove 0-2. Capobianco sfonda, Merola blinda il successo

Per la prima volta in campionato è una Pasta Reggia Hermes Casagiove in formato trasferta. Il team della famiglia Corsale espugna il De Cicco di Sant’Anastasia e conquista la prima vittoria fuori dalle mura amiche col punteggio di 0-2. Un successo voluto fortemente dal gruppo casagiovese che si è sacrificato per tutti i novanta minuti al fine di ottenere il massimo dal secondo scontro diretto consecutivo. L’autorità si è vista sin dall’avvio, con i giallorossi che hanno messo la gara sui binari giusti con due reti in ventuno minuti. Impeccabile la difesa guidata da Laezza e Tortora a contenere l’assalto ospite. E quando poi al 93′ lo Stasia ha avuto a disposizione il calcio di rigore, super Merola ha abbassato la saracinesca ed ha detto no ad uno specialista come Nucci. La ciliegina sulla torta in una gara che spinge l’Hermes Casagiove in netta risalita verso la salvezza diretta.

PRIMO TEMPO. Al De Cicco di Sant’Anastasia, la Pasta Reggia Hermes Casagiove bissa il grande approccio contro il Mondragone e si porta in vantaggio nei primi minuti. Sfruttando il vento a favore, i giallorossi di Ferdinando Di Benedetto sbloccano il risultato al 4′. Dalla sinistra Perretta cambia gioco con un lancio di venti metri che scavalca la retroguardia. Sul lato destro Capobianco non si fa pregare e con un diagonale chirurgico sigla il vantaggio giallorosso. Secondo sigillo stagionale per l’attaccante sammaritano, dopo la rete messa a segno contro l’Arzanese. In panchina il nuovo vice allenatore Lorenzo Massaro, che sostituisce Di Benedetto presente in tribuna, sprona i ragazzi a non abbassare la guardia. Lo Stasia Soccer replica con la conclusione di Nucci che Merola para a terra (7′). Consapevole che sia l’ultima spiaggia, gli anastasiani del ds Borzacchiello cercano di rendersi pericolosi con i due attaccanti Nucci e Borrelli: la difesa capitanata da Laezza e Tortora si oppone con decisione. Ben più cinica la Pasta Reggia che raddoppia al 21′. Picozzi serve Del Prete, passaggio filtrante per Izzo che, appena entrato in area, tenta di chiudere il triangolo: nell’azione s’intromette Varese che, nel tentativo di opporsi al passaggio, devia involontariamente la sfera nella propria porta. I padroni di casa recriminano per l’azione avviata da una posizione di fuorigioco di Del Prete, ma l’arbitro non è d’accordo ed assegna il goal. Tutta l’Hermes dimostra la mentalità giusta per imporsi a Sant’Anastasia. Puzone si divincola molto bene nelle vesti di terzino destro, cos√¨ come Perretta e Pascarella aiutano nell’interdizione l’esperto Picozzi. Nella parte finale, i locali vanno all’arrembaggio e si sbilanciano. Cos√¨ sono diverse le ripartenze per gli ospiti: n√© Del Prete n√© Capobianco però riescono ad arrotondare il punteggio. Si va cos√¨ negli spogliatoi sul punteggio di 0-2 per l’Hermes Casagiove.

SECONDO TEMPO. Impatto rabbioso dello Stasia Soccer nella ripresa. Dal limite dell’area Nucci lascia partire un bolide che Merola smanaccia in corner (47′). Dall’angolo susseguente, l’esperto capitano Salvatore Di Costanzo pesca Ayari che gira verso la porta: Merola blocca a terra (48′). La compagine giallorossa del ds Lombardi è decisa a dare una svolta al proprio campionato e si difende dalle offensive dei locali che ora godono del vento a favore. Dai piedi di Maschio e Di Costanzo iniziano tutte le azioni anastasiane che però vanno a sbattere sul muro giallorosso. Laezza & soci non sbagliano niente e per gli ospiti è difficile riuscire a bucare la difesa: è enorme il sacrificio di tutti, a partire dall’attacco con Del Prete che è il primo che dà fastidio all’impostazione locale. Guadagno sfiora il sette da fuori area (77′), mentre il neo entrato Scognamiglio ha diverse occasioni per chiudere l’incontro ma non è impreciso sotto porta. Lo Stasia continua l’assalto ed al 93′ si vede assegnare un penalty per fallo discutibile di Sparaco su Tufo. Dal dischetto Nucci viene ipnotizzato da Merola che respinge la conclusione e conferma ancora una volta che in porta l’Hermes ha un portierone. Secondo penalty parato dopo la respinta ai danni di Signorelli della Sessana. Al triplice fischio è grande la gioia per la compagine della famiglia Corsale che vince 0-2 e continua la sua rincorsa verso la salvezza.

Tabellino: STASIA SOCCER-PASTA REGGIA HERMES CASAGIOVE = 0-2 (parziali: 0-2; 0-0)

STASIA SOCCER: Mazzola, Picardi (66′ Riccio), Di Costanzo Francesco (46′ Padovani), Varese, Ayari (79′ Savy), Tufo, Guadagno, Di Costanzo Salvatore, Borrelli, Maschio, Nucci. In panchina: De Falco, Cesarone, Criscuolo, Cozzolino. Allenatore: Angelo Ciccone

PASTA REGGIA HERMES CASAGIOVE: Merola, Puzone, Verdone (51′ Sparaco), Perretta, Tortora, Laezza, Pascarella (61′ Desiato), Picozzi, Del Prete, Capobianco (67′ Scognamiglio), Izzo. In panchina: De Rosa, Mirto, Zinocchi, Malasomma. Allenatore: Lorenzo Massaro (Ferdinando Di Benedetto in tribuna)

RETI: 4′ Capobianco (P), 21′ Autogoal Varese (P)

ARBITRO: Antonio Schirinzi della sezione di Nichelino (assistenti: Gerardo Borriello e Giuseppe Fresa di Battipaglia)

NOTE: Ammoniti: Ayari, Nucci (S); Desiato, Sparaco, Del Prete (P). Angoli: 2-0. Fuorigioco: 3-3. Recupero: 2 nel primo tempo; 6 nel secondo tempo. Spettatori: 100 circa

DOMENICO VASTANTE
UFFICIO STAMPA F.C. HERMES CASAGIOVE