Stasia-Oratorio DOn Guanella 2-3. Dopo sei giornate si torna a vincere

Promozione Girone B

Sabato 21/01/17

Stasia Soccer 2 – Oratorio Don Guanella Scampia 3

Reti: 26′, 38′, 65′ La Rossa (ODGS); 68′, 72′ Savino (S)

Stasia Soccer: Lavorante, Liguori (53′ Castiello), Viscovo (39′ Savino), Orefice D., Esposito, Montanno, Laureto, Borrelli 5 (36′ Andolfi), Orefice V., Loreto, Lombarder. A disposizione: Giordano, Bifaro, Leone, Cozzolino. Allenatore: Ulivi.

ODGS: Peluso, Tramontano (74′ st Barone), Scarpellini, Cirillo, Esposito, Gaudino, La Rossa 8 (92′ st Cristiano), Bianco 6, Nota 7 (78′ st Lucenti), Sbrescia, Galiano. A disposizione: Musella, Lombardi, Ragozzino, Torinelli. Allenatore: Di Sarra.

Note – Ammonizioni: Lavorante, Orefice, Esposito, Lombarder (S); Tramontano, Scarpellini, Barone (ODGS).

Sei turni dopo l’ultimo successo, l’Oratorio Don Guanella Scampia torna a vincere e lo fa conquistanto, peraltro, il primo trionfo esterno in questo campionato. Al De Cicco di Sant’Anastasia, infatti, finisce 2-3 in favore dei ragazzi di Di Sarra e nel segno del capocannoniere del team Antonio La Rossa, autore di una sontuosa tripletta. Prestazione superba dei guanelliani, che chiudono il primo tempo già col doppio vantaggio. Sullo 0-3, però, concesso qualcosa all’avversaria che si è rianimata: da registrare, quindi, ancora qualcosa in difesa e sull’attenzione per la squadra di Scampia.

La gara ‚Äì Primo tempo con più possesso per lo Stasia, almeno nei primi minuti. L’ODGS punta più alle ripartenze. Nota, con la sua velocità, semina il panico nella difesa avversaria in più occasioni. Al quarto d’ora, il neoacquisto guanelliano è lanciato verso la porta ma davanti al portiere alza troppo il pallonetto (in posizione di offside). √à il preludio al gol: ancora Nota si procura una punizione al limite, calcia La Rossa che insacca nel sette. Passano solo dodici minuti e Antonio La Rossa raddoppia; grandissima giocata nel cerchio di centrocampo di Gianni Nota che si libera di due avversari (uno di loro con un tunnel) e imbecca il figlio di Scampia che, solo davanti al portiere, non sbaglia. Ripresa che non vede stravolgimenti nel gioco. L’ODGS prova a chiuderla definitivamente; al minuto 54′ è La Rossa a sciupare la palla della tripletta, ancora ben imbeccato da Nota. Peluso (portiere guanelliano) poi è costretto al miracolo sul colpo di testa ravvicinato di Savino e mantiene il doppio vantaggio che, alcuni istanti dopo, si trasforma in triplo: La Rossa stavolta non manca all’appuntamento con la personale tripletta e sfrutta a dovere una rimessa lunga battuta da Scarpellini; destro di controbalzo sul palo più lontano e rete che sembra chiudere la gara. Ma ci pensa a riaprirla Savino nel giro di quattro minuti con una doppietta frutto più per un calo degli ospiti che per meriti propri. Ma, di fatto, questi due gol per lo Stasia sono solo illusione e rendono meno amaro il passivo. Prima del triplice fischio, si segnala lo sciagurato lancio dei sassi sulla panchina di mister Di Sarra da parte del pubblico di casa. Da annotare, inoltre, anche la bella prestazione dell’arbitro D’Andria di Nocera inferiore che, a soli diciannove anni, ha dimostrato una grande personalità. Mister Di Sarra commenta cos√¨ il risultato: Una vittoria che dà morale ma soprattutto punti per risalire la china e uscire da questa zona rossa. Arriva un trionfo importante dopo una settimana difficile con qualche problema interno. I ragazzi hanno tirato fuori il carattere. Eravamo anche in emergenza, ad esempio abbiamo giocato con un centrocampista come terzino destro. Proprio per questo voglio fare i complimenti a Cirillo, un ragazzo che si fa trovare sempre pronto, sa ascoltare tantissimo e oggi ha fatto una partita stupenda. Bene anche il duo d’attacco Nota-La Rossa, si trovano bene insieme. Oggi, però, premio la difesa perch√© per settanta minuti hanno giocato in modo superbo e non hanno concesso spazio agli avversari; solo nel finale ci sono stati i cali d’attenzione. Su questo aspetto c’è ancora da lavorare, bisogna crescere da questo punto di vista. Prossima partita? Continuiamo con questa carica, con le motivazioni adatte possiamo giocarcela con tutti. Sono fiducioso, il gruppo è più unito che mai!. Ciro Cirillo raccoglie gli elogi del suo allenatore e continua: Siamo una famiglia, non meritiamo questa classifica. Finalmente ci rialziamo e rialziamo la testa dopo averla tenuta bassa per un bel po’. Nei momenti di difficoltà si vede chi veramente ti è vicino e qui ognuno di noi supporta il compagno sempre. La mia prestazione e i complimenti del mister? Per crescere anche umanamente bisogna ascoltare chi ne sa più di te e io ho ascoltato i consigli suoi e ho sentito la fiducia dei miei compagni. Puntiamo alla salvezza e ce la dobbiamo fare!. Man of the match, invece, è Antonio La Rossa con i suoi tre gol: Importante la vittoria dopo tutti questi turni senza i tre punti. Sale il nostro morale e dobbiamo approfittare ora di questo momento. La dedica della tripletta? La dedico a chi non crede al progetto Don Guanella, a chi ci dava per spacciati, ma soprattutto alla mia fidanzata.

Ufficio Stampa ODGS

Condividi