Spartak San Nicola. Grinta e cuore non bastano, è ko col Real Ottaviano

Il Real Ottaviano, squadra favorita nel massimo campionato regionale di Futsal, espugna il Pala Ilario di San Nicola la Strada con estrema difficoltà contro un grande Spartak San Nicola e vola al primo posto in classifica. Il 4-3 ospite cristallizza una gara combattuta decisa soltanto alla fine grazie alla maggior esperienza dei napoletani. I ragazzi di mister Panniello sono stati superlativi, hanno giocato senza alcun timore reverenziale contro una corazzata del calcio a 5 che annovera in squadra calcettisti dal trascorso importante nelle serie maggiori. Il risultato finale dice Real Ottaviano pero’ lo Spartak e’ in credito con la sorte per le numerose occasioni da rete non concretizzate per sfortuna. Alla fine ha prevalso la maggiore esperienza dei calcettisti ottavianesi. E’ stata però una gara spettacolare che ha esaltato l’essenza del Futsal: tecnica, agonismo e lealtà sportiva. Lo starting five dei locali vede: Ferrante, tra i pali, Ferrante, Mormone, Murante e Brunelli di movimento. L’Ottaviano risponde con un quintetto da brividi: Sorrentino, tra i pali, Amirante, Attanasio, Altomare e capitan Suarato, di movimento. Per gli amanti del calcio a 5 veder giocare simili atleti e’ davvero uno spettacolo. 5′ Murante ruba palla ad Amirante s’inserisce Ferrante che s’invola verso la porta avversaria ma viene fermato fallosamente da Altomare. Punizione e primo giallo dell’incontro per il bomber ospite. Alla battuta lo stesso Ferrante che appoggia a Murante e prima sfortunata conclusione con palla che sbatte su Suarato e centra il palo a portiere battuto. Poco dopo un altro recupero-palla innesca un’azione sull’asse Mormone-Murante-Brunelli ma il diagonale di quest’ultimo termina di poco a lato. Al 17′ altra occasione per i locali che su veloce ripartenza servono palla a Somaripa il cui diagonale lambisce il palo. Sono le prove del gol che arriva al 18’20. Da una rimessa laterale ospite Somaripa recupera palla e serve centralmente Rossetti che chiude il triangolo e consente al folletto di casa di trafiggere il portiere ospite con una potente rasoiata. Finalmente Somaripa si sblocca ed esulta assieme ai compagni ed alla mascotte Giannicola Blasi che compie gli anni. 20′ Altomare sfiora il pari con una bella conclusione al volo che termina alta sulla traversa. Al 21′ arriva il pari ospite: una conclusione da fuori area di Amirante viene ribattuta dalla difesa sui piedi di Mazzocchi che e’ lesto a servire, sul secondo palo, Altomare che realizza l’1 a 1. La partita e’ intensa, vibrante e senza sosta con continui capovolgimenti di fronte. 24′ Somaripa innesca Tauro che si lascia ipnotizzare dal portiere ospite in uscita. Al 27′ ci prova Brunelli con un tiro da fuori ma Sorrentino devia in angolo: sugli sviluppi Ferrante giunge con un attimo di ritardo sull’assist al bacio di Mormone. Al 30′ da un fallo laterale non concesso agli ospiti, Murante va al tiro ma il portiere avversario e’ bravo a deviare in angolo. Le vibranti proteste dei napoletani portano all’ammonizione di capitan Suarato e scalda per un attimo gli animi. Ci pensa Brunelli con un gesto di fair play a riportare la calma in campo. Il primo tempo si chiude con una ghiotta occasione non sfruttata da Brunelli su corta deviazione del portiere ospite.
La seconda frazione si apre nel peggiore dei modi per i ragazzi del presidente D’Andrea: Suarato riporta in vantaggio la sua squadra con uno dei suoi colpi preferiti. Riceve palla, si accentra e lascia partire un bolide che s’insacca in mezzo a una selva di gambe ! 1-2 e si riparte. Siamo al 31′ di gioco. La reazione sannicolese non si fa attendere: Ferrante costringe Sorrentino ad una deviazione in angolo. Sugli sviluppi altra bordata di capitan Murante che termina a lato. Il pressing asfissiante dei locali mette in affanno gli ospiti che abbassano il baricentro puntando sulle ripartenze. Al 33′ prima Mormone e poi Ferrante impegnano severamente Sorrentino, poco dopo Brunelli viene atterrato in area ma per il duo arbitrale e’ tutto regolare ! Al 35′ Ferraro esce bene su Mazzocchi. Al 38′ e’ la volta di Somaripa ma Sorrentino e’ attento. Al 41′ un errore in disimpegno di Ferrante (l’unico della gara) favorisce l’intercetto di Mazzocchi che si lancia come un falco sulla palla e lascia partire un bolide che non da scampo a Ferraro siglando l’1-3. Il il gol fa sbandare per un attimo i locali ed al 43′ Ferraro si deve superare due volte prima deviando un diagonale di Mazzocchi poi bloccando un tap-in con il tacco di Altomare. Al 48′ Ferrante recupera palla e serve Tauro al centro dell’area, il pivot di casa realizza il 2-3 e riapre il match. Dopo soli 30 ancora Ferrante, dopo aver recuperato l’ennesimo pallone, serve Somaripa che seppur defilato coglie la buca d’angolo facendo impazzire i tifosi locali con la rete del 3-3 ! Tutto da rifare per il Real Ottaviano. Lo Spartak nel giro di pochi secondi è stato in grado di riportarsi in parità. Al 50′ e’ il palo a negare il nuovo vantaggio ospite su una bomba di Mazzocchi. Al 53′ Lino Suarato realizza la rete del 4-3 ospite con uno dei pezzi forti del suo repertorio: riceve palla, aggira Rossetti e lascia partire un bolide che s’infila all’incrocio dei pali ! I locali nei restanti minuti provano in ogni modo ad impattare le sorti di gara: al 54′ con un’occasione dell’indomito Ferrante che lascia partire una puntata deviata dal portiere ospite; al 55′ una ghiotta occasione non viene sfruttata prima da Tauro poi da Rossetti ed al 56′ ancora Tauro si deve imbattere in un superbo Sorrentino che gli devia una conclusione sottomisura. Gli ultimi minuti vedono da una parte l’estremo tentativo dei locali di pareggiare l’incontro dall’altra gli ospiti cercare di sferrare il colpo decisivo in ripartenza. Gli arbitri assegnano 2 minuti di recupero ma il risultato non cambia anche perch√© gli ospiti non consentono allo Spartak di giocare con piccole astuzie volte a perdere tempo. La gara termina 4-3 per il Real Ottaviano ma lo Spartak meritava molto di più. Il risultato va stretto ai ragazzi di mister Panniello sia per la mole di gioco sviluppata che per le occasioni da rete create. Ha prevalso la grande esperienza dei calcettisti napoletani. Lo Spartak San Nicola oggi non ottiene punti ma riceve la gratifica di tutti gli sportivi presenti, soprattutto dallo staff ospite che elogia gli avversari per la volontà, tenacia e lo spirito di gruppo mostrato. Il team sannicolese dimostra ancor più di poter giocare alla pari anche con formazioni esperte e titolate come il Real Ottaviano. Onore al merito per gli atleti biancorossi che legittimano ancor più il progetto del C.F. Spartak San Nicola.

 

Condividi