Sorrento. Società in debito col comune, la risposta del presidente Landi

Si apprende con stupore solo in data odierna, e segnatamente da diversi siti web, che il Sorrento Calcio 1945 sarebbe debitrice del Comune di Sorrento di ingenti somme.
La società calcistica a seguito dell’acquisizione della proprietà da parte del sig. Genovese Damiano, si è limitata a richiedere all’Amministrazione Comunale la disponibilità del campo Italia per la disputa degli incontri casalinghi.
Di rimando il Comune ha dapprima accampato delle banali scuse per non concedere il campo e soltanto oggi ‚Äì a distanza di 5 mesi dall’inizio del campionato ‚Äì si apprende che il diniego deriverebbe dal mancato pagamento delle utenze a far data dall’anno 2008!!!

Peccato che il Comune di Sorrento non abbia mai richiesto formalmente tali somme e che la società calcistica l’abbia dovuto apprendere soltanto dalle testate giornalistiche!
L’ennesima bufala dei giornalisti o l’amara verità?
Tali notizie rivelate solo dai giornalisti appaiono piuttosto come una sistematica strategia intentata dall’Amministrazione Comunale ai danni della storia società calcistica che ha forse l’unica pecca di essere stata prelevata da imprenditori non sorrentini che tuttavia stanno facendo il possibile per risollevare la società dalla mala gestio dei precedenti proprietari.
Seguirà a breve la conferenza stampa del Presidente per ragguagliare i tifosi sulla triste vicenda.

L’Ufficio stampa Sorrento Calcio 1945 srl

LANDI MICHELE (PRESIDENTE)