Serie A. 13° giornata: Roma ko a Bergamo, ok Lazio e Fiorentina, ko Sassuolo e Crotone

L’Atalanta non si ferma più. Sette vittorie nelle ultime 8 partite e a finire al tappeto, dopo Napoli e Inter, questa volta tocca alla Roma che cade a Bergamo e rischia di perdere il secondo posto (se stasera il Milan vince il derby c’è il sorpasso). Finisce 2-1 per la “Dea” di Gasperini e adesso sono sette i punti di ritardo dalla capolista Juventus (ieri 3-0 al Pescara). Il rigore trasformato da Perotti al 40¬∞ del primo tempo, illude e porta in vantaggio i giallorossi di Spalletti, ma l’Atalanta, la squadra più in forma del campionato (6 vittorie nelle ultime 7 gare prima di oggi), nella ripresa prima pareggia con Caldara (17¬∞ st), poi va più volte vicina al 2-1 (palo di Feuler), reclamando anche per due presunti falli in area di rigore, penalty che arriva al 45¬∞ quando Paredes atterra Gomez, dal dischetto Kessie non sbaglia e fissa il risultato sul 2-1. Atalanta al quarto posto con 25 punti in compagnia di Lazio.

Vince, invece, l’altra romana, la Lazio di Simone Inzaghi che batte 3-1 in casa il Genoa di Juric (fermo a quota 16), riprendendosi il quarto posto (25) e tornando a scavalcare il Napoli, ieri vittorioso a Udine per 2-1. La partita dell’Olimpico la sblocca il bel gol di Felipe Anderson all’11¬∞ del primo tempo. Nella ripresa il pareggio di Ocampos bravo a libersari per il tiro e a battere di destro Strakosha. Non ci sta la Lazio che al 12¬∞ torna in vantaggio grazie al rigore di Biglia e poi va sul 3-1 al 21¬∞ con Wallace.

Dopo il 5-1 al Cagliari il Torino passa a Crotone con la doppietta di Belotti (in fuorigioco il primo), in gol al 35¬∞ e al 44¬∞ della ripresa. I granata di Mihajlovic si portano al settimo posto a quota 22 punti, mentre gli squali restano ultimi a 5. Per il “Gallo” continua il momento magico, adesso è in testa alla classifica dei cannonieri insieme a Dzeko e Icardi (10 gol).
Derby toscano alla Fiorentina di Paulo Sousa che passa al Castellani di Empoli con un netto 4-0, conquistando la terza vittoria esterna consecutiva. Dopo il vantaggio siglato da Bernardeschi al 27¬∞, nella ripresa raddoppio immediato di Ilicic, al 2¬∞, su rigore. Al 16¬∞ è ancora Bernardeschi (gran gol) a chiudere la partita siglando lo 0-3 e la doppietta personale. Non è finita, perchè arriva anche la doppietta di Ilicic (destro sotto l’incrocio). Viola a quota 20 e in corsa per l’Europa, l’Empoli resta quartultimo.

Dopo due mesi di digiuno torna alla vittoria il Bologna che batte 3-1 il Palermo, alla sesta sconfitta consecutiva e penultimo con 7 punti. I rosanero si portano in vantaggio al 9¬∞ con il solito Nestorovski, ma già al 20¬∞ Destro pareggia. Nella ripresa, al 22¬∞, Dzemaili completa la rimonta battendo Posavec da fuori area, poi è Viviani a chiudere il match siglando il 3-1 su punizione. I rossoblù di Donadoni si portano a +9 sulla zona retrocessione, rosanero penultimi.
Nell’anticipo delle 12.30 rocambolesco 3-2 della Sampdoria che al Ferraris batte il Sassuolo. Sotto di due gol per le reti di Ricci e Ragusa, in sette minuti, dall’84¬∞ al 91¬∞, i blucerchiati segnano tre gol con Quagliarella (84′) e la doppietta di Muriel (86¬∞ e 91¬∞).