Scafatese. Vitaglione alle prese col nodo allenatore: la situazione

Poco più di dieci giorni or sono, Michele Giordano è stato ufficializzato come nuovo presidente della Scafatese, presentato nella conferenza stampa degli uffici della Givova, in quel di Scafati. Successivamente è arrivata anche l’ufficialità di Francesco Vitaglione come nuovo direttore sportivo dei gialloblù. Da quel giorno il nuovo ds del canarino ha iniziato a buttare giù le basi per costruire la rosa della nuova Scafatese.

Un punto dal quale Vitaglione intende partire, giustamente, è quello dell’allenatore. Un noto importante dal quale verrà fuori, successivamente, la squadre per la stagione 2022/2023. Diversi i nomi opzionati, in primis si era parlato di un interesse per Gennaro Iezzo, reduce da una salvezza in Bulgaria con il Botev Vraca. Una trattativa che si è subito arenata per diverse ambizioni da parte dell’ex Napoli.

L’altro nome di grido, ma forse più una suggestione, è quello di Luigi Squillante. Tecnico sicuramente esperto per la categoria, ma difficile da convincere a tornare in Eccellenza. Pare che le intenzioni attuali del trainer sarnese siano quelle di aspettare una chiamata dalla Serie D, qualora non dovesse arrivare qualche proposta interessante potrebbe valutare il ritorno in Eccellenza con un progetto importante e improntato alla vittoria del campionato.

Tra i profili di interesse rientrano anche quello di Stefano Liquidato, che dopo che ha chiuso anticipatamente la sua esperienza alla Virtus Campania Ponticelli arrivando ad un passo dalla vittoria della coppa di categoria, potrebbe tornare in sella con una panchina importante e ambiziosa come quella scafatese. Non da escludere la pista Luigi Sanchez, che dopo la bella stagione con la Mariglianese fa gola a parecchi club, quindi ci sarà molta concorrenza.