Savoia. Sesta vittoria su sei per gli Allievi che comandano la classifica

SAVOIA 3
RECALE 0
Marcatori: Brogna al 17° РSaccavino al 41° РBrogna al 43°.

Savoia : Mingacci (dal 79° Memoli), Rocchino (dal 69° Solimeno) , Ricchiuti (dal 76° Antille), Meo, Gargiulo, Tufano, Piro (dal 58° Marfei), Saccavino (dal 76°Cuomo), Vitiello, Mellone, Brogna (dal 49° De Martino). All. Ivan Gervasio.

Recale : Pasquariello (dal 41° Mocci), Barletta, Luiso, Delle Curti, Maglione, Barbato, Cervo, Russo (dal 80° Piccolo), Mattiello (dal 40°Ciaramella), Accorcia, Lombardi. A disp. Trupia, Manuzio, Monica, Musone. All. Raffaele Antonio.

Arbitro : Matrullo di Ercolano. РAmmoniti : Mellone (S) al 75°. Espulso Marfei(S) al 82° per doppia ammonizione.
Note: osservato un minuto di raccoglimento per le vittime di Parigi.

– Continua la fuga degli allievi del savoia , davvero inarrestabili con ben sei vittorie consecutive ed un primato sempre più saldo con un vantaggio di cinque punti sulla puteolana seconda. Anche il recale è costretto ad arrendersi davanti agli oplontini che oltre al comando della classifica ora hanno anche il miglior attacco(17 goal fatti) e la miglior difesa (appena tre i goal subiti). Per quanto riguarda invece i casertani, hanno fatto fin qui un ottimo avvio di stagione e si presentano al giraud di Torre Annunziata come terza in classifica sperando in un colpaccio per avvicinarsi alla vetta ma ben presto devono arrendersi ad un savoia spietato che non regala nulla e che colpisce ad ogni minima disattenzione. La gara inizia con il doveroso minuto di raccoglimento per i fatti avvenuti in Francia, poi appena l’arbitro Matrullo dà il via il savoia è già pronto a colpire, solo un minuto ed è già il primo pericolo per la porta dei casertani quando Brogna serve Piro che piazza il tiro che termina fuori di un soffio. Però il recale reagisce bene, con ordine e rabbia a tempo stesso, con la risposta che non si fa attendere e al 5¬∞ Mattiello mette alto da ottima posizione. Al minuto 17 la gara si sblocca, Mellone (partito in dubbia posizione di off-side) è bravo a liberarsi della marcatura del suo diretto avversario, entra in area, vede e serve Brogna che si inventa un colpo di tacco da applausi che vale l’uno a zero. Per l’attaccante è il quarto goal in campionato, il primo segnato sul prato del giraud. Il recale però non molla, la squadra di Raffaele Antonio si tuffa alla ricerca di un pareggio che non arriva anche per un mancato pizzico di buona sorte, come quando al 27¬∞ Russo calcia magistralmente una punizione dal limite, il pallone si stampa sotto la traversa con Mingacci battuto, poi clamorosamente sulla respinta arriva Mattiello che a porta vuota mette alto pizzicando di nuovo il montante. Al 32¬∞ torna a farsi pericoloso il savoia, ancora Brogna che si libera in area, supera anche il portiere che prova a fermarlo fallosamente, potrebbe starci il penalty ma l’attaccante di Gervasio prova a restare in piedi e ci riesce fino a provare poi la conclusione che però viene respinta sulla linea da Cervo che salva cos√¨ il recale. Recale però che è costretto a capitolare quando agli sgoccioli della prima frazione il savoia raddoppia proprio con il suo centrocampista casertano, quel Saccavino autore già di tre goal fino ad ora. Non male per uno che di mestiere fa il mediano. L’azione nasce ancora da Mellone che fa un ottimo lavoro sull’out sinistro e si veste ancora da assist- man come in occasione della prima rete, il passaggio per Saccavino che prova il suo pezzo forte, il tiro da fuori area, un bolide che in pratica piega letteralmente i guantoni di Pasquariello che interviene sul pallone ma non riesce a trattenerlo mentre lo stesso scivola verso la rete. Per il savoia andare negli spogliatoi con il goal della sicurezza è importantissimo mentre per il recale è una mazzata perchè vede allontanare almeno l’illusione di trovare un pari, un illusione che svanisce definitivamente dopo appena tre minuti della ripresa quando arriva addirittura il terzo goal per i padroni di casa. Ancora Brogna il protagonista, fa tutto da solo, di forza lotta tra due avversari, entra in area e calcia per il sigillo del 3-0 con l’inutile tentativo di evitare la rete da parte di Barletta. Impietrito nell’occasione il portiere Mocci appena entrato in campo subentrando a Pasquariello e costretto quindi a vedersi battuto a pochi minuti dal suo ingresso. Al 53¬∞ ancora savoia pericoloso con il sinistro su punizione di Ricchiuti che sfiora la traversa. Al 64¬∞ altro calcio da fermo, però per il recale, con lo specialista Russo che già nel primo tempo aveva sfiorato la rete, la sua conclusione scavalca la barriera con un tiro forte e preciso ma trova Mingacci che con uno strepitoso colpo di schiena ci mette le dita per sventare in angolo. Il savoia sembra intanto non accontentarsi e si tuffa all’attacco in ceca di un poker che in realà arriva pure ma che non viene convalidato dall’arbitro Matrullo. E’ il minuto 74¬∞ quando De Martino si invola sulla destra e mette al centro per Saccavino (ancora lui) che trova il piattone che trafigge Mocci, ma è tutto vano perchè l’arbitro nell’azione si avvede di una posizione irregolare di un calciatore savoiardo. Al 79¬∞ ancora savoia con un ottima occasione capitata a Vitiello che però si vede negare la rete da Mocci. A gara quasi conclusa c’è l’ unica nota stonata per il savoia, con Marfei che si becca un inutile giallo ed essendo già ammonito si vede sventolare in faccia il rosso da parte di Matrullo. Alla fine i ragazzi vittoriosi vanno a prendersi il meritato applauso dei presenti, le ultime vicissitudini societarie concluse con le dimissioni di Ferraro non devono influire sull’andamento di questi atleti che stanno percorrendo un cammino fatto di grandi soddisfazioni. Il responsabile Miserini e il mister Gervasio stanno gestendo con lodevole esperienza un favoloso gruppo sul quale c’è poco da dire, anche perchè i numeri parlano da soli.

sol.fr.