Savoia-Reggina 2-0. Prima vittoria al “Giraud” per i biancoscudati

Finalmente il Savoia c’entra la prima vittoria interna, superando allo stadio Alfredo Giraud di Torre Annunziata la Reggina, fanalino di coda del campionato. Decisiva la rete di Checcucci nella prima frazione di gioco e il rigore di Scarpa sul finale di gara. Una vittoria importante per il Savoia che riesce a togliere lo 0 dalla casella vittorie in casa e torna ad assaporare il gusto dei tre punti, utilissimi per la salvezza.

LA GARA. Mister Ugolotti sorprende tutti cambiando completamente il modulo, mandando in campo un formazione schierata con un 4-4-2. Indisponibili, Di Nunzio, Gallo e Calzi, tornano in campo dal primo minuto Corsetti, Checcucci, Verruschi e Sevieri. La risposta amaranto è affidata ad un modulo offensivo, un 4-3-3 tutto votato all’attacco. Nelle battute iniziali è il Savoia a comandare il gioco, sfiorando in un paio d’occasioni il colpo grosso con Verruschi che da buona posizione non riesce a sfruttare l’opportunità creata da uno cross di Scarpa. La reazione degli ospiti è affidata a Viola che, dopo uno scambio al limite dell’area con un suo compagno, colpisce il palo facendo tremare la porta biancoscudata. Il Savoia però sembra averne di più, i movimenti sono quelli giusti, anche quelli senza palla, e al venticinquesimo la gara si sblocca grazie ad una rete di Checcucci che, sfruttando un tiro sporco di Corsetti su azione di calcio d’angolo, devia la palla in porta regalando il vantaggio ai bianchi. La Reggina risponde subito colpo su colpo con Armellino, che però trova la pronta opposizione di Santurro. Il match è giocata a viso aperto da entrambe le squadre con il Savoia che però ha una marcia in più, riuscendo a creare le occasioni migliori, ma rischiando un po’ in fase difensiva. La prima frazione di gioco si conclude con il Savoia in vantaggio di misura contro la Reggina.

Nella ripresa i bianchi sfiorano subito il vantaggio con Sirigu che, su calcio di punizione battuto da Sevieri, trova la deviazione da distanza ravvicinata ma Kovacsik si salva per il rotto della cuffia. La Reggina rinfoltisce l’attacco, togliendo il difensore Camilleri e inserendo l’attaccante Masini, passando difatti a quattro attaccanti, nella speranza di ritrovare il pareggio. Anche il Savoia opera una sostituzione, inserendo Gargiulo al posto di Verruschi, il talento di Ponticelli non vedeva il campo da gioco dalla prima gara di campionato contro il Melfi a Frattamaggiore. Gli amaranto alzano il baricentro, ma i padroni di casa attendono i ragazzi di Tortelli nella propria metà, senza rischiare particolarmente. Insistono i calabresi con le loro offensive, mentre il Savoia si occupa più della fase difensiva che di andare alla ricerca della seconda rete per consolidare il vantaggio. Ugolotti nota che l’attacco oplontino ha perso lucidità e manda in campo Cipriani al posto di Del Sorbo. La compagine di Torre Annunziata rialza la testa e si riporta in zona d’attacco e conquista un calcio di rigore per atterramento di D’Appolonia in area da parte di Rizzo. Dagli undici metri si presenta il capitano Scarpa che firma il raddoppio spiazzando Kovacsik. Nel finale i bianchi vanno vicino alla terza rete con Cirpiani, ma il portiere degli amaranto riesce ad opporsi. La gara si conclude cos√¨, con il Savoia che si aggiudica la prima vittoria tra le mura amiche, arrivando a quota dodici punti in classifica e battendo una concorrente diretta alla salvezza.

AC.SAVOIA 1908 – REGGINA CALCIO 1914: 2-0 (1-0 pt)
SAVOIA (4-4-2): Santurro; Cremaschi, Sabatino, Checcucci, Sirigu; Sevieri, Malaccari, Verruschi (64′ Gargiulo), Scarpa; Corsetti (54′ D’Appolonia), Del Sorbo (75′ Cipriani). A disp.: Falcone, Panariello, Giordani, Sanseverino. All.: Ugolotti.
REGGINA (4-3-3): Kovacsik; Di Lorenzo, Karagounis, Camilleri (60′ Masini), Crescenzi; Rizzo, Dall’Oglio, Armellino; Insigne, Viola, Adriano. A disp.: Cetrangolo, Syku, Ungaro, Maimone, Salandria, Perrone. All.: Tortelli.

marcatori: 25′ Checcucci (S), 83′ rig. Scarpa

direttore di gara: il sig. Claudio Lanza della sez. di Nichelino
assistenti: i sigg. Marco Chiocchi e Filippo Malacchi della sez. di Foligno
ammoniti: Insigne (R), Camilleri (R), Viola (R), Armellino (R)
espulsi:
angoli: 6-4
recupero: 0′ pt, 3′ st

 

dal nostro inviato allo stadio Alfredo Giraud, Gianfranco Collaro

Condividi