Savoia-Pimonte 2-1. Oplontini vincono in rimonta, azzurri a testa alta

Dopo la vittoria contro la Neapolis e il successo in Coppa Italia sulla Summa Rionale Trieste, il Savoia fa anche il suo esordio in campionato allo stadio “Alfredo Giraud” contro la neopromossa Pimonte. La gara si è conclusa con una vittoria per gli uomini di Fabiani che, dopo lo svantaggio iniziale ad opera di Carnicelli, sono riusciti a ribaltare il risultato grazie alle reti di Prevete e Esposito.

IL MATCH – Mister Fabiano perde per infortunio l’esperto attaccante Claudio De Rosa, al suo posto Antonio Infimo, per il resto conferma l’undici vincente di Napoli. Il Pimonte schiera Amodio, Baleotto, Capogrosso, Ajari, Gazzaneo, Natino, Basso, Romano, De Feo, D’Arco e Carnicelli. Avvio di gara con il Savoia che parte sulle ali dell’entusiasmo, la prima azione pericolosa la confezionano proprio i bianchi e nell’occasione Amodio ci mette letteralmente la faccia per evitare la rete ai padroni di casa. Gli oplontini provano a gestire la gara, ma la squadra dei Monti Lattari non è arrivata a Torre Annunziata per fare da spettatore e fa sentire la propria presenza in campo. Gli equilibri cessano di esistere al 10′, quando sorprendentemente gli azzurri passano in vantaggio, a siglare la rete è Carnicelli, su assist di Romano, e complice una generosa marcatura di Guarro. Il Savoia reagisce bene e prova a mettere alle strette gli avversari, trovando la rete del pareggio al 19′ con Prevete, sugli sviluppi di un calcio di punizione battuto da Sibilli. Passano pochi secondi e il Pimonte beneficia di un calcio di rigore per atterramento in area di Carnicelli da parte di Guarro, lo stesso numero 10 si presenta dagli undici metri ma si lascia ipnotizzare da Gallo che salva il pareggio. Il match è molto combattuto, le squadre si affrontano a viso aperto, gli uomini di Durazzo tengono testa alla compagine oplontina che però, superata la mezz’ora, passa in vantaggio con Esposito, che di testa batte Amodio. Gli azzurri non si abbattono e ripartono forte alla ricerca del pareggio, Carnicelli mette paura a Gallo, ma anche la retroguardia torrese non sembra girare per il meglio. Botta e risposta e il Savoia che a pochi minuti dalla fine del primo tempo sfiora la terza rete con Esposito. Si va al riposo con i bianchi in vantaggio sul Pimonte, dopo aver rimontato lo svantaggio iniziale.

Nella ripresa, mister Fabiano opera il primo cambio per il Savoia, sostituendo il terzino Adamo per il pari ruolo Rocchino. Il Pimonte va subito vicino al pareggio, ma i ragazzi di Durazzo non sono bravi a sfruttare l’occasione creata sugli sviluppi di un calcio d’angolo, la difesa dei bianchi ringrazia e spazza via. La compagine pimontese, nelle prime battute della seconda frazione di gioco, è più aggressiva e Romano va vicinissimo al pari, vedendosi però deviare in angolo da Castaldo la sua conclusione. Gli oplontini continuano ad avere dei problemi in mediana e per questo Fabiano manda in campo Blasio al posto di Infimo, variando il modulo in 4-3-3 con Sibilli, Prevete e appunto Blasio. La gara è sempre molto combattuta, non vive particolare situazioni di stallo, il Pimonte prova a pareggiarla, mentre il Savoia cerca di gestire il possesso, senza sottovalutare le offensive degli avversari. Arriva il primo cambio anche per gli azzurri che mandano in campo Chierchia, un centrocampista, per Baleotto, un difensore, aumentato la predisposizione offensiva. Per lunghi tratti si gioca nella metà campo oplontina, Carnicelli è l’uomo più pericoloso. Alla mezz’ora è proprio Carnicelli a seminare il panico in area di rigore e andare vicino alla rete, con la palla che va di poco a lato. Negli ultimi minuti di gioco i bianchi provano a far male provando a sfruttare un calcio d’angolo, ma la conclusione di testa da parte di Prevete non è precisa. L’intensità del gioco non cala nemmeno nei minuti di recupero, dove il Pimonte cinge d’assedio metà campo oplontina, che però riesce a difende anche se con qualche difficoltà. La partita conclude con il Savoia che conquista i tre punti soffrendo contro un Pimonte, che esce a testa alta dal campo, ma con un risultato forse bugiardo vista la prestazione dei ragazzi di Durazzo.

U.S. SAVOIA 1908 – A.P. PIMONTE 1970: 2-1 (2-1 pt)

Savoia (4-2-3-1): Gallo; Adamo (1′ st Rocchino), Guarro, Castaldo, De Falco; Sibilli, Prevete; Onda, Infimo (16′ st Blasio); Castellano (38′ Amarante) Esposito. A disp.: De Gennaro, Lucignano, Grimaldi R., Grimaldi G. All.: Fabiano
Pimonte (4-2-3-1): Amodio; Baleotto (21′ st Chierchia), Capogrosso, Ajari, Gazzaneo (34′ Imparato); Natino, Basso; Romano, De Feo (34′ st Esposito), D’Arco; Carnicelli. A disp.: Barretta, Scuotto, Scognamiglio, Bifulco. All.: Durazzo

reti: 10′ Carnicelli (P), 19′ Prevete (S), 35′ Esposito (S)

direttore di gara: il sig. Fabio Rosario Luongo della sez. di Napoli
assistenti: i sigg. Simone Conte della sez. di Napoli e Alfredo Columbro della sez. di Ercolano

ammoniti: Guarro (S), Baleotto (P), Carnicelli (P), Sibilli (S), Basso (P), Blasio (S), Chierchia (P), Castaldo (S)
espulsi:
angoli: 4-2
recupero: 2′ pt, 3′ st
note: 700 spettatori circa

Dal nostro inviato allo stadio “Alfredo Giraud” di Torre Annunziata, Gianfranco Collaro

Condividi