Savoia. Palumbo e Cardamone in vista del Barano

L’allenatore in seconda, Gennaro Cardamone, ha presentato così la sfida di domani sul campo del Barano: “Le sensazioni sono positive, ci stiamo allenando ormai da un mese ed è anche l’ora di ricominciare a giocare. È difficile tenere alta la concentrazione quando ci si può solo allenare senza mai giocare una partita. Siamo consapevoli che domani affronteremo una buona squadra, che si è rinforzata nel corso del mercato invernale. Affronteremo questa partita come abbiamo sempre fatto, con umiltà e con il giusto piglio per far sì che vada tutto per il meglio. La rosa è stata rinforzata, abbiamo più giocatori a disposizione e, di conseguenza, più soluzioni di gioco in base agli avversari ed alla condizione fisica generale. Ruolino di marcia da grande squadra? Questo aspetto ci dà tanta convinzione. Fin dal primo giorno in cui siamo arrivati qui conoscevamo il nostro obiettivo e sapevamo di dover scalare la classifica. Purtroppo siamo partiti in ritardo, ma, piano piano, ci stiamo facendo valere”.

Il Ds Palumbo ha parlato così alla vigilia di Barano-Savoia: “Mi aspetto la solita partita battagliera, anche perché il Barano, che ci ha sconfitto all’andata, si è rinforzato così come noi che non affrontammo quella gara al completo. L’ultima gara l’abbiamo disputata il 18 dicembre: è trascorso più di un mese e non vediamo l’ora di scendere in campo e che questo campionato, finalmente, ricominci. Troveremo un avversario forte, agguerrito, che cercherà di metterci in difficoltà ma noi daremo il massimo per superare questo ostacolo difficile. Il girone di ritorno è sempre un campionato a parte perché, di mezzo, c’è il mercato e tutte le compagini, compresa la nostra, si sono rinforzate. Per noi dovranno essere 12 finali e dovremo giocarle dando il massimo, il discorso vale per i titolari così come per chi subentra ma anche per la dirigenza. Mercato? Se dovesse capitare l’occasione di mercato, sicuramente non ci tireremmo indietro. Anche perché si parla di una nuova finestra di trasferimenti  all’orizzonte. Staremo ben attenti, ma ritengo che la squadra sia già abbastanza completa e competitiva”.