Savoia. Il principe Filiberto: “Chiesta documentazione per acquisire il titolo”

TORRE ANNUNZIATA – “Abbiamo fatto richiesta di tutta la documentazione per valutare l’acquisto del Savoia Calcio 1908, ma il nostro progetto è ben più ampio e guarda nel sociale, ad una Academy con borse di studio per i giovani talenti del calcio e a quei ragazzi di alcuni quartieri di Torre Annunziata e del Sud Italia in generale”. Il Principe Emanuele Filiberto di Savoia annuncia l’avvio del progetto “Casa Reale Holding SpA”, che partirà ufficialmente mercoledì 9 novembre 2022 da Torre Annunziata. 

Il progetto vedrà l’impegno di un gruppo di imprenditori guidato da Nazario Matachione insieme a Marco Limoncelli, esponente di varie realtà imprenditoriali nel mondo finanziario, l’avvocato penalista Elio D’Aquino, l’avvocato civilista Carmine Romano, responsabile tecnico legale della società, con i suoi consulenti sportivi Eduardo Chiacchio e Vincenzo Fogliamanzillo; Marcello Pica, manager di recente entrato nel CdA del Gruppo Grimaldi, che assumerà l’incarico di presidente della holding; e i professionisti Vincenzo Sica e Giuseppe Criscitelli.

Tra le priorità ci sarà il supporto al comitato promotore per l’acquisizione del titolo del Savoia Calcio 1908, compagine calcistica fondata dai titolari dei molini e dei pastifici di Torre Annunziata e dedicata ai reali della Casa Reale di Savoia. Ma il progetto avrà più interessi imprenditoriali, con una Società per Azioni che ricorrerà al mercato dei capitali, mediante anche degli investitori istituzionali. Non solo Savoia Calcio, dunque, ma vera e propria compagine societaria e vari interessi, che saranno presentati subito dopo la firma dell’atto notarile. Ed un obiettivo su tutti, creare il più grande vivaio di calciatori del Sud Italia, con una Academy e borse di studio per i talenti.