Sassuolo. Bigica: “Sognavo un esordio diverso”

Emiliano Bigica analizza la sconfitta del suo Sassuolo col Napoli, all’esordio su di una panchina di Serie A.

“Sognavo un esordio diverso. Per 25 minuti abbiamo fatto una buona gara; ci prepariamo per la sfida di Verona che per noi è molto importante.

La differenza del tasso tecnico ci sta, avevamo di fronte i campioni d’Italia. Fin quando siamo stati corti abbiamo sopperito benino; ho avuto pochi giorni per lavorare. Ci servono serenità e leggerezza per uscire da questa situazione. Per domenica ci sarà un Sassuolo al completo”.

Solo due falli fatti è un dato che fa riflettere. In questi due giorni, i ragazzi hanno dato massima disponibilità ma evidentemente non basta. Non troveremo però sempre il Napoli e recuperando certi giocatori saremo più competitivi ma serve più orgoglio per uscire da questa situazione.

Guardando il Napoli dal campo mi hanno fatto un’ottima impressione. Il nuovo allenatore proverà a dare il suo contributo, penso che abbia tutti i mezzi per poter risalire la corrente.

Justin Kumi è il capitano della Primavera, ho voluto fargli questo regalo perché credo in lui e nel lavoro del settore giovanile. Ringrazio la società per quest’opportunità che mi è stata concessa.

Ci sono stati errori soggettivi individuali; oggi non mi focalizzerei su questa partita, dobbiamo pensare a Verona, la prima di tante finali che ci aspettano da qui alla fine.

Non ci sarà nessun ritiro, non la reputo una buona soluzione. Berardi l’ho portato in panchina perché in partitella stava bene e mi garantiva una porzione di gara se necessario. Per Verona è disponibile”.