Sarnese. Il tecnico Trapani: “Siamo primi, ma è presto per vedere la classifica”

Comincia una nuova settimana di lavoro per la Sarnese, chiamata a giocare in trasferta con la Prosangiorgese dopo i due incontri casalinghi in 4 giorni fra Coppa e campionato. Prima di dare il via agli allenamenti, mister Alfonso Trapani ha parole di elogio per il suo gruppo: “Sia quando ho avuto tutti disponibili sia con le assenze delle ultime uscite, ho avuto sempre difficoltà a decidere la formazione, perché nella nostra rosa tutti si allenano al massimo. Da una parte, quindi, fa piacere vedere che i giocatori ti seguono e si impegnano, dall’altra fai fatica a scegliere gli undici da mandare inizialmente in campo. Ma va bene così, è segno che i ragazzi si sono calati in questa realtà, hanno capito il desiderio della società di far bene e l’importanza del campionato che stiamo disputando. È la mentalità giusta e se continuiamo così potremo toglierci delle belle soddisfazioni. Faccio davvero un plauso ai ragazzi per come hanno affrontato il doppio impegno ravvicinato. Sapevo già che ogni singolo calciatore è parte integrante del nostro progetto, ne ho avuto ulteriore conferma; ognuno avrà il suo spazio perché per raggiungere il nostro obiettivo c’è bisogno dell’apporto di tutti. Se poi alla forza del collettivo aggiungiamo i numeri delle individualità, tipo le giocate di Vitale, è tutto più semplice. Mettere l’esperienza e la bravura dei singoli a servizio del gruppo. Puoi solo far bene”.

Percorso netto nelle due competizioni, qualificazione al turno successivo in Coppa, ma l’allenatore granata butta acqua sul fuoco di facili entusiasmi: “Siamo primi – prosegue Trapani – ma è ancora presto per vedere la classifica. Io e la squadra ci ripetiamo sempre che giochiamo gara dopo gara, affrontando un ostacolo per volta. La corsa la facciamo su di noi, guardando a quanto facciamo in allenamento e partita. Sabato sfideremo una buona squadra, di cui conosco anche qualche elemento: può essere un buon banco di prova per noi, da sostenere con la solita determinazione. Restare in prima posizione dipende solo da noi, giornata dopo giornata. Oggi inizieremo a preparare la gara con la Prosangiorgese, continuando a lavorare come sappiamo. Solo con tanto lavoro potremo arrivare dove ci siamo prefissati. Sperando di riuscire a recuperare anche qualche infortunato, per giocarci quasi al completo quella che, sono sicuro, sarà una bella partita“.