Sanità Calcio. Pareggio amaro con la Barrese

Sanità Calcio: Esposito Pietro, Arena, Nacci (85′ Palumbo Piercarlo), Massaro, Mango, Barone (73′ Palumbo Pierfrancesco), Di Maio, Buonfante, Campese, Avolio, Formato

A disposizione: Lombardo, Lo Bascio, Fabozzi, Frattini

Allenatore: Cuomo / Vitolo

Barrese FC: Aprea, Celentano, Novi, Di Mase Antonio, Cocozza, Toscano, Marsicano, Ferrigno, Figliolia, Gargiulo, D’ Amore (61′ Mingione)

A disposizione: De Martino

Allenatore: Gargiulo

Arbitro: Decimo di Napoli

Angoli: 5-3

Spettatori: 20 circa

Ammoniti: 8′ Di Maio e 57′ Esposito Pietro (S) 57′ Aprea e 71′ Celentano (B)

Recupero: primo tempo 0 minuti, secondo tempo 4 minuti

Il derby cittadino tra Sanità Calcio e Barrese FC giocato al San Gennaro dei Poveri di Barra termina in parità con il risultato di zero a zero, un pareggio che lascia l’amaro in bocca ad entrambe le squadre, infatti, i locali possono recriminare perch√© hanno dominato dal 1′ al 93′ e solo un Aprea in stato di grazia ha consentito ai suoi di non capitolare, dal canto loro gli ospiti possono recriminare perch√© al 94′ al termine di un veloce contropiede con i locali tutti in attacco gli viene negato un nettissimo calcio di rigore tra lo stupore generale.

Passando alla cronaca come da copione i locali s’impossessano della gara stringendo d’assedio la Barrese, infatti, nella prima frazione da gioco tutte le occasioni degne di nota sono di marca locale, nell’ordine all’8′ Campese batte una punizione dal limite destra, ma è ottima la risposta di Aprea che devia in corner, al 26′ Mango dal vertice basso sinistra devia una sponda di un compagno di reparto, ma il portiere avversario smanaccia in corner, al 27′ Formato calcia a colpo sicuro da distanza ravvicinata, ma Aprea si salva d’istinto, al 38′ Di Maio calcia dai 20 metri centrali, ma la sua conclusione è parata in due tempi, quasi in chiusura per esattezza al 44′ è ancora protagonista Di Maio che si invola sulla fascia sinistra liberandosi di un paio di avversari, ma la sua conclusione in prossimità del vertice alto è deviata in corner da una superlativa parata di Aprea.

Nella seconda frazione complice lo sforzo profuso su un terreno molto pesante per la copiosa e continua pioggia, il ritmo cala notevolmente anche se l’intensità e l’agonismo resta molto alto, tuttavia sempre su canoni di correttezza, ne approfitta la Barrese che seppur a corto di uomini si rende pericolosa con Novi al 64′ la cui punizione dai 20 metri centrali sfiora la traversa, per il resto della frazione si assiste ad un generoso forcing dei locali che chiudono nella propria trequarti gli ospiti che seppur in grosso affanno resistono storicamente non rischiando niente fino all’89’ quando Massaro colpisce in mischia di testa a colpo sicuro, ma è bravo e fortunato Aprea che para con la faccia e poi smanaccia in corner, sull’ultimo assedio leggerezza dell’ultimo baluardo difensivo che cicca il pallone concedendo a Figliolia di involarsi dopo una cavalcata di 50 metri solo davanti a Esposito Pietro il quale non può fare altro che atterrarlo, rigore netto per tutti tranne per l’arbitro che decreta invece la fine dell’incontro.

Termina dunque 0 a 0 un risultato che come detto in apertura scontenta entrambe, ma che ai fini della classifica è un punto d’oro per gli ospiti, che li avvicina alla salvezza, viceversa per i locali è un brutto colpo alle ambizioni play-off.

Comunicato Stampa Sanità Calcio