Sanità Calcio. Dura sconfitta nel derby col San Pietro Napoli

Sanità Calcio:

Lombardo, Lo Bascio, Pugliese, Massaro, Anatrella, Piccolo (66′ D’ Ario), Casolaro (78′ Romeo), Keita (58′ Morra), Pennino, Pengue, Formato

A disposizione: Russo Giuseppe, Meglio

Allenatore: Cuomo / Vitolo

San Pietro Napoli:

De Rosa, Leone (56′ Esposito), Prato, Riccio, Sammarco, Loasses, Mugolieri, Parisi, Infantozzi (47′ Pierleoni), Bifaro, Lucarelli (72′ Notari)

A disposizione: Barretta, Russo Antonio, Eliseo, Porzio

Allenatore: Peluso

Arbitro: Rosario Maria Raimo di Torre Annunziata

Marcatori: 4′, 8′ e 10′ Mugolieri, 14′ Infantozzi, 71′ Lucarelli

Spettatori: 45 circa

Angoli: 3-1

Ammoniti: 34′ Massaro e 46′ Keita (S) 48′ Loasses (SP)

Espulso: 90′ Pennino (S) per doppia ammonizione

Recupero: primo tempo 1′ minuti, secondo tempo 4′ minuti

Al San Gennaro dei Poveri il derby Sanità Calcio ‚Äì San Pietro Napoli si chiude con il largo successo ospite per 5 a 0, una vittoria ampiamente preventivata alla vigilia vista la notevole differenza di organico tra le due compagini, accentuata ancora di piu’ dalle tante assenze dei locali, che tra infortuni e squalifiche, si sono presentati con 16 uomini a referto, emblematica è l’entrata nel finale del terzo portiere come giocatore di movimento.

Passando alla cronaca inizio shock per i locali che in soli 14 minuti subiscono 4 reti in fotocopia, nel dettaglio al 4′ Mugolieri recupera palla ai 25 metri salta un avversario e dopo aver scartato il portiere, deposita nella porta sguarnita, all’8′ sempre Mugolieri scatta centralmente e realizza appena dentro l’area, al 10′ tris dello stesso attaccante che si infila centralmente tra le larghe maglie avversarie e realizza, il poker invece è servito al 14′ da Infantozzi che ruba palla a Piccolo e si invola solo davanti al portiere che scarta e deposita nella porta sguarnita, l’incubo per i locali non finisce, infatti, al 16′ Infantozzi sfiora la quinta rete, al termine di un contropiede sulla sx, ma la sua conclusione diagonale dal vertice alta è respinta con i pugni da Lombardo, la Sanità Calcio riesce a farsi vedere solo su calcio da fermo al 20′ con Formato, ma la sua conclusione dai 25 metri centrali è alta, anzi sono gli ospiti a sfiorare nuovamente la rete al 31′ con Lucarelli la cui conclusone dal vertice alto dx, sugli sviluppi di un corner calciato dallo stesso lato, sfiora il palo, solo in pieno recupero i locali sfiorano la rete della bandiera con Pengue, il cui pallonetto da centro area sx sugli sviluppi di un corner battuto dal lato opposto, termina di poco a lato.

Nella seconda frazione dopo una punizione al 49′ di Pengue, che termina alta dal limite centrale, si assiste al nulla assoluto per circa venti minuti, fino a quando al 69′ Pennino sfiora la rete con un pallonetto sul portiere in uscita, ma è provvidenziale Loasses che spazza in corner in prossimità della linea di porta, al 71′ gli ospiti realizzano la quinta rete con Lucarelli, che insacca da centro area sx, non paghi del largo vantaggio, sfiorano la sesta rete al 76′ con il neo entrato Pierleoni che scatta centralmente, ma è bravo Lombardo a stoppare la sua conclusione dal limite, il finale è tutto di marca Sanità Calcio, con Pengue che sfiora due volte la rete della bandiera, all’81’ scarta due avversari, salta il portiere, ma si defila e calcia alto, al 91′ scatta sulla dx calciando da centro area, ma la sfera sfiora il palo.

Termina dunque con il netto successo ospite che approfittando del terzo passo falso consecutivo della Torrese, la raggiungono al secondo posto, viceversa è sempre piu’ invischiata nelle sabbie mobili della bassa classifica la Sanità Calcio, che se non recupererà in fretta gli infortunati, e gli squalificati, dovrà sudare molto per salvarsi.

Condividi